Fabio Capello convocato dal Parlamento russo

Capello

La Russia è forse la Nazionale che più ha deluso le attese ai Mondiali in Brasile. Partita come possibile sorpresa e guidata dall’esperto Fabio Capello non è stata in grado di passare la fase a gironi, eliminata da Algeria e Belgio. Ora dopo numero richieste di dimissioni, da parte di alcuni dei principali quotidiani del Paese, il commissario tecnico ex Juventus, Roma e Milan dovrà presentarsi il prossimo 3 ottobre al Parlamento russo, la Duma, sia per spiegare il fallimento in Brasile che per chiarire i piani in vista del torneo del 2018 che proprio la Russia ospiterà

Con Capello e’ stato convocato anche il presidente della Federcalcio russa, Nikolai Tolstoy. All’audizione sara’ presente anche il ministro dello Sport russo. Ad annunciarlo e’ stato il capo della commissione Sport e Cultura della Duma, Igor Ananskih. Secondo il quotidiano “R-Sport” una delle idee che verranno analizzate durante l’incontro riguarda la possibilità di ridurre a 5-6 il numero massimo di stranieri per ogni squadra, in modo da favorire l’inserimento nei club dei giovani calciatori russi in prospettiva anche di un inserimento nella nazionale.