Zeman: “A Cagliari per fare bene, come sempre. Abbiamo già preso un giocatore. De Rossi? Mi soffriva…”

Zeman
zeman cagliari

 

Zdenek Zeman è stato presentato poco fa in via ufficiale come nuovo allenatore del Cagliari in conferenza stampa. Ecco il resoconto di Maidirecalcio sul briefing tenuto ai giornalisti dal tecnico boemo:

 

CAMBIO ROSSOBLU – “Ero in trattativa con il Bologna, al quale avevo dato la mia parola, ma la situazione societaria degli emiliani mi ha fatto recedere. Poi è arrivato Giulini che mi ha proposto la panchina del Cagliari, ed io ho accettato per l’entusiasmo della nuova proprietà e dei tifosi, e sono contento”.

 

L’IDEA DI GIOCO“I giocatori incedibili non esistono, tutto dipende dalla volontà delle persone. Astori è un elemento dalle ottime potenzialità e ha delle richieste molto importanti, per cui è giusto che le prenda in considerazione anche se qui a Cagliari saremmo tutti contenti se dovesse decidere di restare. La squadra non verrà smantellata, il presidente Giulini vuole allestire una formazione competitiva fatta di giovani. Il calcio da queste parti cambierà in meglio, io poi amo lavorare con i giovani perché mi riportano alla loro età”

 

CELLINO VS GIULINI – Zeman parla dell’ex presidente del Cagliari, Massimo Cellino: “Lo conosco da decenni, da quando si è buttato nel mondo del calcio. E’ una persona molto istintiva e passionale, a volte anche troppo irruento. Giulini invece è tranquillo ed ama lavorare lontano dai riflettori. Il mercato? Ne stiamo parlando, la nostra idea è di mettere su una compagine che faccia divertire la gente”.

 

COSSU E CONTI – Zdenek Zeman si concentra anche su Andrea Cossu, punto di riferimento per squadra e tifosi del Cagliari: “Lui è in rossoblu da anni, ne testerò le motivazioni ma può dare ancora tanto”. Su capitan Conti: “Si fa espellere troppo, ma è fondamentale per la squadra. Ci siamo conosciuti 15 anni fa, quando lui era ancora un ragazzo”.

 

IL CALCIO ITALIANO – “Gli altri paesi ci hanno superato, ma perché siamo noi ad essere rimasti indietro. Comunque non ripartiamo da zero ed anche se in Italia si fa poco mentre negli altri paesi si agisce molto, possiamo ritornare ai fasti di un tempo. Il più grande sbaglio del pallone italiano è che abbiamo sempre pensato che non potesse succederci nulla”.

 

NUOVO ACQUISTO – Zeman svela il primo colpo di mercato del suo Cagliari: “Due giorni fa ci siamo assicurati il portiere Colombi dall’Atalanta, puntiamo molto su di lui”.

 

SAU E DE ROSSI – Il boemo parla anche del suo pupillo Marco Sau, ritrovato ora in Sardegna: “Sau l’ho lanciato qualche anno fa al Foggia, con lui il rapporto è già consolidato ma con me nessuno ha il posto assicurato. De Rossi? Io non l’ho sofferto, forse è stato il contrario. Io da parte mia ho sempre pensato a lavorare e a fare il meglio per la squadra che allenavo”.

 

ANCHE QUI FARO’ BENE – Zeman infine conclude con quella che è una sua fortissima convinzione: “Spero che questo entusiasmo ci sia anche al termine della stagione. Non cerco rivincite contro nessuno, sono nel calcio da ben 40 anni e il mio bilancio è fatto più di cose buone che negative, anche alla Roma. dove siamo arrivati in finale di Coppa Italia valorizzando calciatori che oggi costano fior di milioni”.