Argentina-Belgio 1-0, Higuain trascina l’Albiceleste

higuain

L’Argentina supera di misura un opaco Belgio, volando in semifinale. Grande prova di Gonzalo Higuain, autore del gol vittoria e di ottime giocate: l’attaccante del Napoli è stato utilissimo anche in fase di non possesso. I Diavoli Rossi di Wilmots sono apparsi senza idee e non sono mai riusciti ad essere pericolosi dalle parti di Romero. Ora l’Albiceleste troverà la vincente dell’ultimo quarto di finale tra Olanda e Costa Rica.

HIGUAIN GOL – Il match inizia su ritmi blandi con le due squadre, che nei primi minuti di gioco, iniziano a studiarsi. Passano solo otto minuti e l’Argentina passa in vantaggio con un grande girata di Gonzalo Higuain, con la palla che s’infila nell’angolino basso alle spalle di Courtois. Il Belgio non si demoralizza e prova a fare la partita, ma gli uomini di Wilmots sono contratti e Fellaini e compagni non riescono a costruire buone trame di gioco. Origi ed Hazard giocano pochissimi palloni, senza creare così pericoli nell’area argentina. Di Maria, dopo uno scatto, è costretto ad abbandonare il terreno di gioco: al suo posto Sabella fa entrare Enzo Perez risistemando leggermente l’impianto di gioco. I Diavoli Rossi risultano pericolosi solo alla fine di primo tempo con una bella girata di testa di Mirallas, ma la sfera termina fuori a lato. La prima frazione di gioco termina con l’Albiceleste in vantaggio grazie allo spunto vincente di Higuain, abile a trovare la via del gol. Messi è apparso leggermente in ombra, ma il numero 10 argentino è sempre indispensabile nel possesso palla. Male il Belgio che non è mai riuscito a trovare la giocata pericolosa nella metà campo avversaria.

BELGIO OPACO –  Nella ripresa il Belgio non decolla e l’Argentina, sempre con il solito Higuain, sfiora il raddoppio ma la traversa nega la gioia del gol all’attaccante del Napoli. Wilmots butta nella mischia Mertens e Lukaku al posto di uno spento Origi e di Mirallas. I Diavoli Rossi non decollano e così gli uomini di Sabella cercano di colpire in contropiede Courtois. Il match diventa brutto con poche occasioni sia da una parte che dall’altra.  Nel finale ci prova De Bruyne con un tiro dalla distanza, ma la palla deviata termina in calcio d’angolo. Dopo cinque minuti di recupero, nei quali il Belgio si rende pericolosissimo con Lukaku, l’Argentina può iniziare i festeggiamenti. E’semifinale.

IL MIGLIORE DEL MATCH – GONZALO HIGUAIN 7.5 – El Pipita gioca la sua miglior partita del Mondiale, dando un contributo importante soprattutto in fase di non possesso. Il gol è istinto puro. Finalmente l’attaccante del Napoli è tornato sui propri standard disputando un’ottima partita.

 ARGENTINA-BELGIO  1-0 (7´ Higuain)

Argentina: Romero 6; Zabaleta 6,5, Demichelis 6, Garay 6, Basanta 6; Biglia 5,5, Mascherano 6,5, Di Marìa 6 (33´ Perez 6); Lavezzi 6,5 (71´ Palacio 6), Messi 7, Higuaìn 7 (81´ Gago sv).

Belgio: Courtois 6,5; Alderweireld 6, van Buyten 5,5, Kompany 6,5, Vertonghen 5,5; Witsel 5,5, Fellaini 6, De Bruyne 6,5; Mirallas 5,5 (60´ Mertens 6), Origi 5 (59´ Lukaku 6), Hazard 5 (75´ Chadli 5,5).
Ammoniti: Alderweireld, Hazard, Biglia