Pinto non ci sta: “Costa Rica alla pari delle big, penalizzati dagli arbitri”

Pint

Nonostante l’eliminazione di ieri, la Costa Rica  verrà sicuramente ricordata come la più grande sorpresa di Brasile 2014. Inserita nel girone terribile con Italia, Inghilterra e Uruguay si è sorprendentemente classificata al primo posto, per poi eliminare la Grecia agli ottavi. I centroamericani sono usciti imbattuti anche contro l’Olanda di Van Gaal, trascinandola ai calci di rigore dopo una resistenza encomiabile di oltre 120 minuti.

Nonostante i risultati siano andati oltre ogni pronostico, e un Keylor Navas miracoloso in più di una circostanza, l’eliminazione non è andata giù al ct ticos Luis Pinto che, arrivato a questo punto, probabilmente sognava il clamoroso ingresso tra le prime quattro al mondo. Queste le polemiche dichiarazioni dell’allenatore all’indomani della sfida: “Siamo contenti ed orgogliosi. Ovviamente un po’ fa male, i calci di rigore sono così. Noi abbiamo vinto ai penalty negli ottavi, dobbiamo accettare la sconfitta e l’eliminazione. Ho detto ai miei giocatori che sono vero orgoglioso di loro, così come tutta la Nazione. Abbiamo dato tutto sul terreno di gioco. bbiamo sfidato mostruose Nazionali come Italia, Inghilterra e Olanda giocando al loro livello. Come si fa a non essere orgogliosi?”.

Dopo lo slancio di orgoglio, Pinto ha attaccato gli arbitri e la FIFA: “Non abbiamo avuto un rigore contro l’Italia chiaro, non ci hanno dato un penalty contro la Grecia e due contro l’Olanda. Di certo gli arbitri ai Mondiali non sono stati molto bravi. Molti saranno d’accordo con noi, ho visto grossi errori in questi Mondiali. Gli errori accadono, ma la FIFA li studi…”.