De Laurentiis: “Lo dico da dieci anni, il nostro calcio è da riformare”

de laurentiis

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

PRESIDENTE FIGC “Lo dico da dieci anni, il nostro calcio sta faticando. Siamo società per azioni, lo ha ribadito anche Platini: le Leghe e le Federcalcio, anziché complementari le une alle altre, sono state cariche politiche più che confindustriali. Il presidente Figc dev’essere uno moderno, giovane di testa. Serve tagliare, eliminare il cancro e ripartire da zero, in modo velocissimo, senza paura. Io non faccio campagna elettorale per nessuno, non voglio spostare voti, la democrazia impone che ci sia rispetto totale per chi si presenta e per chi si prende questa responsabilità. Saranno anni difficilissimi per il candidato”

BENITEZ “Benitez mi ha dato soddisfazioni, era un anno complicato per tutti. Sono tranquillo, ora abbiamo portato 18 calciatori ai Mondiali, ne abbiamo tre per la finale, ma non possiamo sempre comprare, cedere e comprare. E’ follia. Fa tutto parte di un gioco. Benitez è rientrato da due giorni, lavoriamo seriamente per mettere quelle pedine in entrata che servono ma abbiamo venti giocatori da sistemare”

ACQUISTI – “Michu e Lucas Leiva? Tenete viva l’attenzione, ve ne siamo grati… Stiamo discutendo, forse stiamo redigendo contratti. Anche io per Dimaro vorrei portarmi qualcuno appresso. Il contratto che stiamo redigendo se è Michu o Lucas? E se fosse un terzo?”.

SUPERCOPPA“Non sono per giocarla fuori dall’Italia, Agnelli è d’accordo. Giocarla in Italia sarebbe la cosa più giusta. Se Inter e Milan ci dessero la chance, sarebbe la cosa migliore”.