Un australiano alla corte di Firenze, Brillante è viola

brillantefiorentina

E’ un calciomercato di sorprese quello della Fiorentina all’11 di luglio, dopo aver portato Octavio in Italia è già il turno di registrare un  altro acquisto per la squadra dei Della Valle, Pradè e Macia hanno infatti strappato il si per Joshua Brilante, australiano di  Bundaberg, classe 1993 proveniente dai Newcastle Jets. 

UN BRILLANTE E’ PER SEMPRE Ritenuto uno dei migliori talenti del calcio australiano. Jolly tattico dalle grandi capacità atletiche, Brillante può infatti occupare tranquillamente un posto a centrocampo come defilato a destra, delegato alla fase difensiva. Il suo nome era finito tra quelli dei 30 preconvocati per la rassegna brasiliana che sta avendo termine in questi giorni, e in patria sono in molti i suoi fan, questo dovuto anche al look a dir poco “selvaggio”. Strutturato fisicamente, 73 kg di peso “spalmati” su 177 cm di altezza, con una corsa esplosiva, un vero e proprio “cagnaccio” per Montella che dopo l’addio di Ambrosini potrebbe veder andar via anche Roncaglia, di cui Brillante dovrebbe essere il degno successore. Brillante si è fatto notare con la maglia dei Newcastle Jets, 46 presenze per lui in due anni, nessuna marcatura ma 3 assist; e ai campionati del Mondo under-20 che erano di scena l’anno passato in Turchia, dove ha stupito con le sue capacità atletiche.

BRILLANTE NOTE SULL’ACQUISTO Le cifre ancora non sono del tutto chiare, il giocatore è stato comunque acquistato interamente e non si dovrebbe parlare di numeri alti, stessa cosa per quanto riguarda l’ingaggio. Capitolo cartellino: il giocatore ha avi italiani quindi vanta il passaporto comunitario, il che ha reso la trattativa molto più semplice da ambo le parti. Brillante era stato accostato ad altre compagini europee come Schalke 04, Everton e la nostrana Lazio. Sebbene l’acquisto del jolly dei Newcastle Jets non possa essere di certo definito un colpo ad effetto bisogna riconoscere la bontà dell’operazione in “toto”, verosimilmente infatti l’acquisizione di Brillante sottointende la cessione di qualche altro difensore, Roncaglia su tutti, il che permetterebbe alla viola un buona plusvalenza (El Torito fu preso a parametro 0), con il sostituto già in casa ad una cifra esigua, senza pensare poi al fatto che lo stesso talento australiano potrebbe dimostrare a tutti di meritarsi la Serie A.

 

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)