Si conclude Brasile 2014, il fotoracconto del Mondiale

Si è concluso con il quarto titolo iridato per la Germania il Mondiale 2014: la kermesse brasiliana ci ha regalato molti momenti emozionanti, divertenti, a volte tragici. Concludiamo l’avventura brasiliano cercando di raccontare la competizione con le istantanee più significative che ci sono rimaste da questo Mondiale, momenti indelebili che rimarranno impressi nell’immaginario comune calcistico per molti anni.

BsdGACHCcAEbS-a

IL GOL CHE VALE UNA COPPA

Come quattro anni fa in Sudafrica la finale si conclude al secondo tempo supplementare, poco prima dei calci di rigore: Mario Gotze, per ironia del destino autore fino a quel momento di un Mondiale nettamente sotto le righe, conclude di mancino dopo uno splendido stop di petto e batte Romero. E’ il momento che decreta il quarto titolo iridato della Germania, una vittoria meritatissima per la Mannschaft dopo un percorso di rinnovamento lungo 8 anni.

Van Persie

IL VOLO DI VAN PERSIE

E’ il ricordo più fulgido della manita rifilata alla Spagna dall’Olanda: il tuffo plastico di Van Persie che va a colpire di testa il pallone, segnando con un beffardo pallonetto alle spalle di un incredulo Casillas. Sono stati molti i capolavori balistici in questo Mondiale, James Rodriguez e Cahill su tutti, ma il coefficiente di difficoltà e il miracolo di coordinazione compiuti dall’attaccante olandese rimarranno irripetuti per molto tempo.

suarezchiellinimorso

IL MORSO DI SUAREZ

Altro episodio che sicuramente verrà ricordato per lungo tempo sarà il morso di Luis Suarez alla spalla di Giorgio Chiellini durante Italia-Uruguay: squalificato per 9 giornate dai Mondiali e per 4 mesi dai campi da calcio, il giocatore può comunque consolarsi dopo esser stato acquistato a peso d’oro dal Barcellona. Comporrà un tridente da sogno con Messi e Neymar, non certo un punizione.

mineirazo

IL MINEIRAZO

Nella storia rimarrà sicuramente l’umiliazione subita dal Brasile: il 7-1 subito dalla Germania è andata a collocarsi nell’immaginario comunque al fianco del Maracanazo, il dramma sportivo più famoso della storia. Grande disperazione fra tifosi e giocatori: nella foto un anziano tifoso che ha regalato la sua riproduzione della Coppa del Mondo ad una tifosa tedesca dicendogli di portarla in finale.

JAMES RODIGUEZ CAVALLETTA

LA CAVALLETTA DI JAMES RODIGUEZ

Altra immagine che ha fatto il giro del mondo: durante la realizzazione del rigore del definitivo 2-1 in Brasile-Colombia una cavalletta si è posata sulla spalla di James Rodriguez, capocannoniere del Mondiale proprio grazie a quella rete, rimanendovi anche dopo la ripresa del gioco col calcio d’inizio brasiliano.

MARTINS INDI

LO SGUARDO DI MARTINS INDI

E’ diventato un idolo del web con il suo sguardo dagli occhi strabuzzati: il centrale difensivo olandese Martins Indi è passato alle cronache più per le sue facce divertenti che per le abilità in campo (sostituito dopo 45 minuti nella semifinale con l’Argentina dopo esser stato puntato e saltato ripetute volte da Lavezzi).

neymar infortunio

L’INFORTUNIO DI NEYMAR…

Le immagini e le notizie si sono rincorse facendo il giro del mondo: il fallo di Zuniga su Neymar ha costretto il numero 10 del Brasile a terminare partita e Mondiale. L’intervento, concedetecelo, non particolarmente cattivo o violento, è costato la frattura di una vertebra a O’Ney che, presentatosi in conferenza stampa, ha confessato di aver rischiato di rimanere paralizzato.

FISIO

…E QUELLO DEL FISIOTERAPISTA INGLESE

Il Mondiale è stato caratterizzato da moltissimi infortuni: non solo giocatori, è stato un momento di ilarità generale quello dell’infortunio del fisioterapista inglese Gary Lewin, portato via in barella dopo un’esultanza troppo veemente al gol di Sturridge contro l’Italia.

krul cillessen

IL CAMBIO KRUL-CILLESSEN

Tempo di rigori per Olanda e Costarica: a pochi minuti dal termine l’intuizione di Van Gaal che cambia il corso della storia. L’allenatore dell’Olanda sostituisce il portiere Cillessen con Krul, il resto è storia: il portiere del Newcastle parerà due calci di rigore, trascinando i suoi alla semifinale contro l’Argentina, persa proprio ai calci di rigore.

gol ruiz

LA FAVOLA DEL COSTARICA

Di tutte le cenerentole del Mondiale la più sorprendente è stata sicuramente il Costarica: in un girone con Italia, Inghilterra ed Uruguay sono stati proprio i centroamericani a qualificarsi primi, battendo poi la Grecia ed arrendendosi all’Olanda soltanto ai calci di rigore. Grandi protagonisti il capitano Bryan Ruiz, in rete anche contro l’Italia, e il portiere del Levante Keylor Navas.

sabella

SABELLA COME MICHAEL JACKSON

Molte parodie sono nate dal CT argentino Alejandro Sabella che si lascia andare all’indietro dopo la traversa colpita da Gonzalo Higuain in semifinale: il web, come al solito, non perdona, e sono state create molte immagini divertente che accostano l’allenatore dell’albiceleste alla celebre stella del pop americano.

traversa pinilla

SOGNI INFRANTI

Rimangono impressi anche due segni colpiti nei tempi supplementari, palloni che spostati di un centimetro avrebbero fatto la storia: parliamo della traversa di Mauricio Pinilla, arrivata al 120′ del match poi perso ai rigori contro il Brasile, e del palo di Blerim Dzemaili appena un minuto dopo la rete di Di Maria, che se fosse entrato avrebbe portato la Nazionale elvetica ai rigori.

buffa

I RACCONTI DI FEDERICO BUFFA

E’ stato senza dubbio anche il Mondiale di Federico Buffa: il celebre telecronista NBA ha portato tutta la sua competenza e la sua conoscenza calcistica su Sky, prima raccontando 10 edizioni dei Mondiali nel mese precedente alla kermesse e poi partecipando in studio. Sicuramente un valore aggiunto a questi Mondiali brasiliani.