Stankovic: “Che emozione la chiamata di Stramaccioni. Vidic mi ha chiesto dell’Inter…”

stramaccioni stankovic

Dejan Stankovic spiega il percorso che lo ha portato a vestire i panni di vice di Andrea Stramaccioni sulla panchina dell’Udinese. L’ex centrocampista di Lazio ed Inter ha affermato: “Al ritorno dalle vacanze avevo visto una telefonata di Stramaccioni sul cellulare che avevo lasciato a casa. In quei giorni si parlava di un interessamento del club friulano nei suoi confronti e lì ho intuito che la sua chiamata non era stata per chiedermi notizie su qualche giocatore”.

LE FARFALLE NELLO STOMACO – Stankovic svela: “L’ho contattato io e quando mi ha confessato di volermi con se nel ruolo di secondo ho sentito le farfalle nello stomaco, una sensazione che non provavo più da Inter-Chievo, giorno in cui tornai a calcare i campi dopo un anno di stop per la tendinite. Ora voglio fare tesoro di questa esperienza, con Stramaccioni, che è un grande allenatore, mi capivo al volo con lui quando era il mio mister”.

GRAZIE INTER – Stankovic non dimentica comunque il suo passato in nerazzurro: “All’Inter non posso che essere grato e quando verrà stilato il calendario di Serie A la prima cosa che guarderà sarà proprio la data di Inter-Udinese. Tornare a San Siro, che è un pò casa mia, è sempre bello. I tifosi, l’ex presidente Moratti, i vecchi compagni di squadra…non dimentico nessuno. Sono fiero di aver sudato per la maglia dell’Inter e di fare parte della sua storia“.

VIDIC MI HA CHIESTO… – Per concludere Stankovic svela un altro retroscena, stavolta sul neointerista e suo connazionale Nemanja Vidic: “Mi ha chiesto tantissime cose dell’Italia, del calcio italiano, dell’Inter, della Pinetina…è stato il miglior difensore del mondo per due anni ed ancora oggi è tra i più forti che ci siano. Io lo conosco da oltre 10 anni grazie alla nostra militanza comune in Nazionale. E’ un uomo vero ed un grandissimo professionista”.