Zapata si esalta: “Ho tappato la bocca a tutti. Sono un giocatore eccellente”

zapata

Dopo il Mondiale vissuto da protagonista, Cristian Zapata si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Intervistato da El Pais, il difensore del Milan ha zittito i critici: “Molta gente diceva che non dovevo giocare titolare, ma io avevo fiducia per il mio lavoro e per i nove anni in Europa: con il Mondiale ho tappato la bocca a tutti”. Il difensore rossonero è stato tra i migliori della sua Colombia ed ha sfruttato al meglio l’infortunio di Perea che gli ha consentito di partire dal 1′ all’esordio con la Grecia. Da quel momento non ha più perso il posto e si è preso una bella rivincita: “Sì è vero, ho avuto una rivincita durante il Mondiale, questo è il bello; per questo dico che sono contento per quello che ho dimostrato. Era il momento di dire: io sono qui. E molti sono rimasti zitti. Ma non parlate di un rilancio della carriera. Ho sempre mostrato le mie qualità; quello che è successo è una dimostrazione che sono un giocatore eccellente. La mia partita migliore? Contro il Brasile. Affrontavamo una grande squadra e io ho fatto molto bene”.