Tatarusanu è felice “Fiorentina grande del calcio italiano”

tatarusanu1

Tempo di presentazioni per la FiorentinaCiprian Tatarusanu, il neo portiere gigliato acquistato a parametro zero in uscita dallo Steaua Bucarest. Il trasferimento dell’estremo difensore della nazionale romena era stato, praticamente, già programmato in febbraio, mancavano solo le firme che potevano essere apposte solo e soltanto al termine della stagione. Già apparso con la nuova maglia in occasione della presentazione delle casacche targate Joma al mercato di San Lorenzo, oggi è stato il giorno della sua presentazione ufficiale alla stampa.

PRESENTAZIONE TATARUSANU Ecco le parole di Ciprian Tatarusanu “Il mio idolo? Per me sono i portieri rumeni come Florin Prunea. Ho giocato nella Steaua, ma anche la Fiorentina è una grandissima squadra. Qui in viola c’è molto concorrenza ma è una cosa normale, io darò tutto quello che posso per la causa” Qualche ricordo di suo connazionale in violaMutu? Non ho parlato con lui su questo trasferimento, ma chi mi ha parlato benissimo di Firenze è Lobont. Il numero di maglia? Ho sempre avuto il 12, mi piacerebbe riprenderlo anche qui. Le mie caratteristiche? Non riesco a parlare di me, l’unico modo per capirlo è guardarmi mentre mi alleno e gioco. La sola cosa che mi sento di dire è che lavoro duro e mi impegno sempre al massimo. Gli allenamenti che facevo in Romania erano diversi. L’importante è capirsi e aiutarsi a vicenda. Ho bisogno di tempo per adattarmi con il resto del gruppo: al momento non ho legato particolarmente con nessuno, ma molto presto farò amicizia con tutti.

Già si parla di un possibile dualismo con l’altro portiere Neto “Il posto da titolare? Per me è una sfida. Non credo che in una squadra ci sia qualcuno con il posto assicurato. Io lavorerò duro per giocare con continuità. L’offerta della Fiorentina era la più concreta. Qui sono passati grandi campioni come Toldo e Batistuta. E’ una grande del calcio italianoInfine gli obbiettiviL’obiettivo di questa stagione è migliorare il risultato dello scorso anno e magari alzare un trofeo. In Romania la Fiorentina ha grande credito. Si sentono dire solo cose buone per cui sono sicuro che riusciremo a fare grandi cose insieme. Un obiettivo personale? La cosa più importante è essere in salute e in forma. Poi, per quello che riguarda il campo, spetterà al mister scegliere se mettermi in campo o meno”.

 

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)