Sempre più Pazzo

Pazzini record Serie B – L’attaccante del Verona insegue un record che lo farebbe entrare nella storia.

“Il talento sta nelle scelte” è una della frasi più famose di Robert De Niro, famoso attore americano di origini italiane. Probabilmente è un sunto vero, dato che in effetti non tutti sono in grado di prendere decisioni illuminate per il proprio futuro. Giampaolo Pazzini invece è riuscito benissimo nell’impresa, in un momento della carriera in cui si può perdere tutto. A 32 anni, dopo una retrocessione in Serie B e una carriera avviata verso gli ultimi colpi, l’attaccante ha preferito non scappare, scegliendo il progetto rispetto a soldi facili di ingaggi esteri. Sposando ancora Verona, Pazzini si è messo nella condizione di diventare leader non solo di una squadra di un campionato intero. Che evidentemente, anche in età “avanzata”, gli sta decisamente stretto.
Quella di Pazzini è già una stagione da record ma rischia di diventarlo ancora di più. Perché i gol sono già tantissimi e il girone d’andata non è nemmeno terminato. Non solo: il talento e l’esperienza maturati in questi anni lo rendono il killer perfetto per le difese avversarie. Un avvoltoio spietato, che nella cadetteria ha trovato nuove munizioni per le sue armi apparentemente inceppate.

La consacrazione non esiste

Nonostante la vera e propria esplosione della carriera non sia mai arrivata, Pazzini può vantare nella sua storia un percorso di tutto rispetto. Più di 150 gol in carriera, la militanza in squadra come Inter e Milan, oltre che in Nazionale maggiore. La tripletta a Wembley con l’Under 21, la coppia da sogno con Toni e con Cassano, la Coppa Italia in nerazzurro. Eppure, mai il passo decisivo, in quasi 14 anni di carriera.

In lui qualcuno aveva visto il bomber definitivo, altri un ragazzo sopravvalutato. Come in molte altre questioni, la realtà dei fatti si posiziona probabilmente nel mezzo. Pazzini ha dato molto, questo è certo. Forse non tutto, evidentemente, visti i risultati ottenuti quest’anno.

Pazza idea

In un campionato che il Verona è destinato a vincere senza troppi patemi, Pazzini non ha rivali in fatto di marcature. 16 reti e un assist il suo bottino fino ad ora, un ottimo score se si pensa che manca ancora metà campionato al termine delle ostilità.

Mai l’attaccante aveva fatto così bene in un girone d’andata di un campionato professionistico. Inoltre, Pazzini è vicinissimo ad eguagliare il suo record di reti stagionali: 21 furono le segnature siglate con la Sampdoria nella magica stagione 2009-2010. Un primato che probabilmente è destinato a sbriciolarsi nel corso delle prossime giornate.

Emerge così un’ambizione enorme: il record di marcature in una sola stagione di Serie B. Un primato che, tenendo conto del campionato unico e non a gironi, appartiene al suo caro amico Luca Toni, il quale con la maglia del Palermo segnò 30 reti nella stagione 2003-2004 della cadetteria. Una missione quasi impossibile, che forse solo uno come Giampaolo Pazzini può portare a termine. Perché, nonostante l’età, la categoria e una carriera che si avvia verso la fine, il Pazzo intende ancora stupire.