Grandi manovre Juventus: ecco il contratto di Orsolini, poi Kolasinac

Sead Kolasinac, Schalke 04 vicino alla Juventus - Fonte: Kolasinc Twitter

Juventus Orsolini Kolasinac – Marotta pronto al doppio colpo.

Dopo l’arrivo di Rincon, Giuseppe Marotta ha un solo pensiero i testa: rinforzare le corsie laterali della sua Juventus. In particolare quella di sinistra, dove a giocare nell’ultima di campionato contro il Bologna è stato, da riadattato, Asamoah. Il nome nuovo che sta circolando nelle ultime ore è quello di Sead Kolasinac, potente laterale in forze allo Schalke 04.

I dirigenti della Vecchia Signora hanno incontrato in giornata a Milano l’intermediario del club tedesco Giacomo Petralito, Agente Fifa che cura la procura di numerosi calciatori esteri e non in Italia. Il difensore classe 1993 ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, e rappresenterebbe quindi una ghiotta occasione per puntellare la retroguardia, che a breve perderà Evra, mantenendo un profilo low cost. Le sensazioni sarebbero positive, con l’intermediario che non ha voluto rislasciare dichiarazioni al termine dell’incontro, limitandosi a sorridere a favore di telecamere.

La Juventus sui giovani di prospettiva

Se per il presente si parla di pezzi importanti dall’estero, lo stesso non può essere detto per il futuro che si preannuncia più azzurro che mai. Conti, Masina e non solo. Sarebbe infatti ormai solo una formalità l’arrivo del giovanissimo Riccardo Orsolini. I primi dettagli, relativi all’estroso classe 1997 dell’Ascoli, riguarderebbero il contratto: pronto per lui, ci sarebbe un quinquennale con ingaggio a salire. Al club marchigiano andranno invece circa 4,5 milioni di euro e l’usufrutto del calciatore almeno fino a fine stagione.

Nell’affare, almeno direttamente, non rientrerà Andrea Favilli che sarà però dirottato ad Ascoli e pagato, presumibilmente, con il compenso ottenuto dalla cessione di Orsolini. La Vecchia Signora continua così la sua nazionalizzazione puntando alla giovani leve del calcio nostrano. Presa di posizione questa che non potrà che far piacere ai comparti tecnici di Coverciano.

Stefano Mastini