Il Napoli si impone in Coppa Italia e batte un coraggioso Spezia per 3-1

giaccherini napoli

Il Napoli supera tre a uno lo Spezia grazie alle reti di Zielinski, Giaccherini e Gabbiadini. Bene Rog, esordio per Pavoletti.

Sorpresa Spezia nel primo tempo

Il Napoli si presenta alla sfida cavalcando l’entusiasmo e la frizzantezza di un centrocampo giovane e talentuoso, da sottolineare infatti l’età dei tre centrocampisti dei partenopei: ai 19 anni di Diawara si sommano i 21 di Marko Rog e i 22 di Zielinski. Proprio il polacco, dopo appena 3 minuti, con un destro a giro che sta diventando un marchio di fabbrica, realizza il gol che porta subito i padroni di casa in vantaggio.

Lo Spezia trova però l’inaspettato pareggio al 35′: a seguito di un contropiede Piu trova uno spiovente pericoloso in area di rigore e Rafael non si fa trovare preparato respingendo male il pallone al centro dell’area, proprio sui piedi di Piccolo che calcia prontamente al volo trovando una fortunata deviazione verso rete. Dal gol in poi il Napoli soffre uno Spezia rinvigorito e gasato dall’insperato pareggio, che con la spinta sulle fasce di De Col e Migliore riresce a far male in più circostanze. Grande finale di tempo quindi per gli uomini di Di Carlo che chiudono il primo tempo sul risultato di 1-1.

Nel secondo tempo esce la qualità del Napoli

Il secondo tempo riparte con ritmi alti con i padroni di casa che riescono a trovare la conclusione con maggiore frequenza e lo Spezia sempre pericoloso con i giocatori sulle fasce che attaccano la profondità. Al 56′ la differenza di qualità si palesa in maniera netta: Insigne riesce a pescare con un pallone di infinita bellezza Giaccherini che colpisce al volo trovando una rete spettacolare. Due a uno e Spezia stordito a tal punto che dopo solo due minuti viene punito da una geniale intuizione di Rog, che dribbla l’uomo e si invola verso la porta difesa da Chichinzola, per poi trovare con un tocco sotto Gabbiadini che non deve far altro che appoggiare la palla in rete. Mimmo Di Carlo reagisce al doppio svantaggio con un doppio cambio inserendo il Diablo Granoche al posto dell’autore del gol e Nico Pulzetti per un anonimo Ceccaroni. Il Napoli, però, dimostra grande maturità abbassando i ritmi e gestendo il pallone per addormentare così la partita. Per Calzona, oggi in panchina al posto dello squalificato Sarri, c’è anche il tempo per far esordire in maglia azzurra Leonardo Pavoletti che prende il posto di Manolo Gabbiadini. Proprio il neo-acquisto del Napoli si divora un gol a porta vuota dopo una bella sponda di Callejon.  Il Napoli vince 3-1 e si qualifica per la fase successiva della Coppa Italia dove incontrerà la vincente tra Fiorentina e Chievo Verona.

Napoli-Spezia 3-1, il tabellino del match:

Napoli (4-3-3): Rafael 5.5, Maggio 5, Raul Albiol 6, Maksimovic 6, Strinic 5.5 (78° Hysaj s.v.), Rog 7, Diawara 6.5, Zielinski 7.5, Giaccherini 7, Gabbiadini 6.5 (81° Pavoletti s.v.) , Insigne 6.5 (61° Callejon 6)

Spezia (4-3-3): Chichizola 6, De Col 6.5, Valentini 6, Terzi 6, Migliore 6.5, Maggiore 6, Ceccaroni 5 (67° Pulzetti 5), Deiola 5.5, Piccolo 7 (67° Granoche 5.5), Piu 6, Baez 6.5 (73° Mastinu s.v.)

Ammoniti:

Marcatori: Zielinski (3°), Piccolo (35°), Giaccherini (55°), Gabbiadini (57°)

di Riccardo Meloni