Juventus-Atalanta 3-2, cronaca e tabellino: emozioni allo Stadium

Paulo Dybala

Juventus-Atalanta tabellino – E’ spettacolo puro allo Stadium con una Dea bella e coraggiosa che deve però arrendersi alla Vecchia Signora.

Juventus-Atalanta chiude il mercoledì di Coppa Italia dopo il trionfo in extremis della Fiorentina sul Chievo. Alle 20.45 allo Stadium i bianconeri ospitano la sorprendente squadra di Gasperini che ha raggiunto gli ottavi di finale battendo Cremonese e Pescara. Esordio stagionale invece in Tim Cup per i piemontesi che in campionato nel fine settimana hanno ripreso la marcia asfaltando il Bologna con un netto 3-0.

Doppio colpo

Per l’esordio in Coppa Italia Allegri opta per il 4-3-1-2 con l’accoppiata Dybala-Mandzukic supportata dall’inventiva di Miralem Pjanic. In mediana prima da titolare per il neo acquisto Rincon dopo lo spezzone in campionato. Sul versante opposto Gasperimni sceglie il 3-4-1-2 con Petagna coadiuvato da Kurtic e soprattutto D’Alessandro. Il primo squillo del match è atalantino con Grassi che dai sedici metri prova a impensierire Neto. La reazione della Juventus non si fa assolutamente attendere. I bianconeri provano ad imporre i propri ritmi, spezzati dalle accelerazioni di un funambolico Dybala. Al quarto d’ora i bianconeri sfiorano il vantaggio: Lichtsteiner crossa in area. Caldara cade ma Mandzukic non riesce a concludere nel modo giusto colpendo il palo. Lo squillo ammattisce gli ospiti che al 22′ incassano l’1-0. Mandzukic ancora protagonista sponda di testa per l’accorrente Dybala che sfodera un sinistro micidiale che incenerisce Berisha. Kurtic e Petagna tentano una timida reazione ma è la Juventus a trovare ancora la via del gol. Questa volta è Dybala a pescare Mandzukic che fredda l’estremo difensore ospite per il raddoppio che chiude la prima frazione.

Botta e risposta

Al rientro dagli spogliatoi i due tecnici mettono subito mano alle panchine con gli ingressi di Sturaro e Konko. Proprio l’ex terzino della Lazio riaccende la contesa con un gran tiro di contro balzo che fulmina Neto e riapre momentaneamente la gara. Bastano però appena tre giri d’orologio alla Vecchia Signora per richiudere i conti. Calcio di rigore trasformato magistralmente da Pjanic e 3-1 che manda KO i bergamaschi. L’ultimo ad arrendersi è ancora Konko che col destro sfiora immediatamente il secondo gol personale. Nonostante il doppio svantaggio infatti l’Atalanta ci prova alzando i ritmi e all’80’ trova anche il 2-3 che infiamma il finale. Ad approfittarne è il giovane Lath che in spaccata batte Neto. Nelle battute conclusive Gasperini si gioca la carta Gomez mentre Allegri si difende con Bonucci.  Petagna spaventa Neto col mancino ma il punteggio non cambia. Juventus-Atalanta termina 3-2 e sancisce il passaggio del turno dei bianconeri.

TABELLINO

Juventus-Atalanta 3-2 (2-0 p.t.)

Marcatori: 22′ Dybala (J), 34′ Mandzukic (J), 72′ Konko (A), 75′ Pjanic (J), 80′ Lath (A)

JUVENTUS (4-3-1-2): Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Rincon, Hernanes, Marchisio (46′ Sturaro), Pjanic (82′ Bonucci); Mandzukic, Dybala (61′ Pjaca). All.: Allegri.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Grassi (59′ Lath), Freuler, Spinazzola; Kurtić (46′ Konko); Petagna, D’Alessandro (82′ Gomez). All.: Gasperini.

Ammoniti: Grassi (A), Toloi (A), Lath (A)

Espulsi:

ARBITRO: Giacomelli di Trieste