MotoGP: Lorenzo torna sull’addio alla Yamaha, Capirossi lo mette in guardia

Jorge Lorenzo, Yamah - Fonte: Jorge Lorenzo account Twitter

Lorenzo-Ducati – Jorge Lorenzo è tornato a parlare della scelta di abbandonare la Yamaha in favore della Ducati. Sulla sua decisione si è espresso anche Loris Capirossi.

Jorge Lorenzo è senza alcun dubbio l’uomo più atteso del 2017 in MotoGP. Il maiorchino dopo una lunga militanza ha deciso di lasciare la Yamaha e di accettare la corte della Ducati, a secco di titoli mondiali dal 2007, anno dell’unico trionfo iridato firmato Casey Stoner. Un addio destinato a spostare equilibri e ad aprire nuovi interessanti scenari in vista di una stagione che si annuncia più combattuta che mai.

Intervistato dal sito ufficiale della MotoGP, il campione spagnolo è tornato sull’addio alla Yamaha e sulle motivazioni che lo hanno spinto a cambiare aria dopo tanti anni.

Sono molto felice e pienamente motivato di inizare questa nuova sfida. Sono stato in Yamaha per tantissimi anni e abbiamo ottenuto risultati incredibili dei quali sono molto orgoglioso. Però piano piano si perde un po’ di quel fuoco sacro che può darti una nuova moto, un nuovo costruttore e nuove persone che ora avrò in Ducati. Dunque sono molto contento di poter provare a rendere più completa questa moto per raggiungere il tragurdo massimo che è vincere il Mondiale.

CAPIROSSI LO METTE IN GUARDIA

Sulla decisione di Lorenzo di sposare la causa Ducati si è espresso anche Loris Capirossi, grande ex della casa di Borgo Panigale. L’ex campione del mondo della 250, che da poche ore è stato eletto rappresentate Dorna in direzione gara per la prossima stagione, ha le idee chiare su come approcciare una moto tanto affascinante quanto complicata.

La Ducati non si può adattare a un pilota, è il pilota che deve adattarsi. Se dopo il primo giro le sensazioni sono buone allora si può andare incontro a un grande futuro, viceversa c’è da preoccuparsi. Lorenzo dovrà adattarsi alla Ducati perché la Ducati si adatti a lui. A Jorge è piaciuta subito, sono convinto avverrà rapidamente.


About The Author



Anno di grazia 1991. Principe mezzosangue, un po' lombardo un po' ligure. Sport addicted since day one, Anfield come luogo di culto, Stevie G. come venerabile maestro.Maidirecalcio.com mi aiuta a realizzare un sogno.Twitter: @MarcoColombo2Facebook: https://www.facebook.com/ElKunCall