Il meglio ed il peggio della 29/a giornata di Premier League: funambolo Conte, paperone Valdes

Conte celebration

PREMIER LEAGUE 29/A GIORNATA – Come sempre ricca di gol e di emozioni, è andata in archivio la 29/a giornata di Premier League. Una macro-sintesi dell’intera stagione, con il Chelsea che scappa, le seconde che arrancano e i soliti ribaltoni in fondo alla classifica. Dal cannibale Conte alla rinascita del Leicester, il meglio ed il peggio dell’ultimo turno di Premier League.

IL MEGLIO ED IL PEGGIO DELL’ULTIMO TURNO INGLESE: DA CONTE A LUKAKU

Senza storia e senza alcuna discussione, la copertina è ancora una volta la sua. Antonio Conte e il suo Chelsea danno l’ennesima sterzata al campionato, forse davvero la definitiva. Non era facile al Britannia Stadium, con quel ventaccio a farla da protagonista e che ogni volta sembra favorire solo la squadra di casa. Il botta e risposta nel primo tempo tra Willian e Walters era parso come una sentenza. Un piccolo stop che avrebbe permesso anche solo di respirare alle inseguitrici. La rete di Cahill fa esplodere il tecnico pugliese che, come agli Europei contro la Spagna, si aggrappa alla panchina. Una panchina di gloria, ad un passo dal titolo della Premier League.

ANDAMENTO LENTO

L’unica squadra a tenere il passo, si fa per dire, è il Tottenham di Pochettino. A debita distanza, 10 punti, gli Spurs battono 2-1 il Southampton e firmano la terza vittoria di fila. Giornata no per i Saints, oltre che per il risultato finale, soprattutto per lo stop di Gabbiadini. Una sfortuna indicibile quella dell’ex Napoli, alla vigilia della convocazione in Nazionale. Si fanno male a vicenda Manchester City e Liverpool nel big match di giornata. Un punto a testa che vede scappar via le prime due e avvicinarsi lo United di Mourinho.

Manolo Gabbiadini infortunio

Manolo Gabbiadini esce per infortunio nel match contro il Tottenham FOTO Twitter @SouthamptonFCRR

Atene e Sparta

Grandi sorrisi in questa giornata arrivano dalle parti di Manchester, sponda United. Con la vittoria per 3-1 sul campo del Middlesbrough la banda Mourinho completa una super rimonta ed è per la prima volta a portata di sorpasso per la zona Champions. Senza i Big Three Ibra, Rooney e Pogba, le luci della ribalta sono per i gregari Fellaini e Lingard. Al povero Victor Valdés il premio Flop di giornata. Papera assurda dell’ex blaugrana, che fotografa così la sua carriera lontano da Barcellona.

Chi scivola però ancor peggio del portiere spagnolo è l’Arsenal di Wenger. Il 3-1 in casa del WBA è la quarta sconfitta nelle ultime cinque, che relega i Gunners al sesto posto in classifica. Dopo 19 partecipazioni di fila, mai come quest’anno l’Arsenal rischia seriamente di restare fuori dalla Champions.

FOXES AND ROMELU

Dopo quella del Chelsea, la vittoria più importante di giornata è sicuramente quella del Leicester. Finisce 3-2 sul campo del West Ham, grazie alle firme di Mahrez e Vardy. Se il campionato fosse cominciato a marzo, le Foxes sarebbero in testa a giocarsi la riconferma del titolo. Con Shakespeare in panchina è tornata la poesia della scorsa stagione. Terza vittoria di fila e zona retrocessione clamorosamente abbandonata. Come un iroso Re Lear starà sorridendo amaro l’ex sovrano Ranieri. Impossibile ormai nascondere il sanguinoso tradimento dei suoi sudditi.

Grazie alla quinta rete nelle ultime quattro partite, Romelu Lukaku vola in testa alla classifica marcatori. Dopo aver segnato grappoli di reti, e quasi mai ricevuto la giusta considerazione, l’attaccante belga quest’anno vuole lo scettro di bomber della Premier. Un traguardo che meriterebbe per il lavoro e l’apporto che da anni regala al suo Everton.

Lukaku

Lukaku, capocannoniere della Premier League (Foto: Facebook ufficiale Everton Footbal Club)

Ecco i risultati e i marcatori della 29/a giornata di Premier League

West Bromwich-Arsenal 3-1 [12’, 75’ Dawson (W), 15’ Sanchez (A), 55’ Robson-Kanu (W)]

Crystal Palace-Watford 1-0 [68’ aut. Deeney]

Everton-Hull 4-0 [9’ Calvert-Lewin (E), 78’ Valencia (E), 91’, 94’ Lukaku (E)]

Stoke-Chelsea 1-2 [13’ Willian (C), 38’ Walters (S), 87’ Cahill (C)]

Sunderland-Burnley 0-0

West Ham-Leicester 2-3 [5’ Mahrez (L), 7’ Huth (L), 20’ Lanzini (W), 39’ Vardy (L), 63’ Ayew (W)]

Bournemouth-Swansea 0-0

Middlesbrough-Manchester United 1-3  [30’ Fellaini (MU), 62’ Lingard (MU), 77’ Gestede (MI), 93’ Valencia (MU)]

Tottenham-Southampton 2-1 [14’ Eriksen (T), 33’ Alli rig. (T), 52’ Ward-Prowse (T)]

Manchester City-Liverpool 1-1 [51’ Milner (L), 69’ Aguero (M)]

La classifica della Premier League

Fonte: Google.com