Barcellona-Juventus, le migliori giocate: muro bianconero, Messi troppo umano

bonucci e chiellini, esultanza

Barcellona-Juventus migliori giocate- Una partita non certo bellissima, ma fatta di grinta, sudore e tanta adrenalina. Questa adrenalina ha fatto di certo bene ai bianconeri, che sono rimasti sul pezzo dal primo all’ultimo minuto non concedendo la rete agli avversari. Molto meno bene, invece, ai blaugrana, nervosi ed imprecisi come forse mai negli ultimi anni. Passa il turno di certo la migliore squadra nei 180′: maggiore maturità e capacità di lettura, solidità difensiva e una concentrazione fuori dal comune. Bando alle ciance e passiamo alle migliori giocate del match.

 

Messi più umano che divino

Il Barcellona deve attaccare e farlo a testa bassa. Nonostante tutto, però, la Juventus si difende con ordine e, pur soffrendo qualche 1 vs 1 dei funamboli catalani, riesce a creare densità a centro area. Messi si sposta spesso e volentieri nella zona centrale del campo ed i pericoli arrivano dal lato di Neymar. Proprio dalla sinistra arriva l’occasione più pericolosa da parte dei padroni di casa: assist di Jordi Alba sporcato da Suarez per il 10 argentino, che spara malamente a lato. Anche gli “dei” possono sbagliare ed in questa occasione il fenomeno si dimostra molto…molto umano.

via GIPHY

 

Pjanic duro, Neymar nervoso

La partita inevitabilmente finisce per sporcarsi. I catalani si innervosiscono e l’emblema dell’impazienza della squadra di Luis Enrique è una palla non restituita dopo un infortunio a Mandzukic con conseguente spazzata in fallo laterale di Dybala. A centrocampo si sgomita ed a farne le spese è proprio Messi, che frana al suolo dopo un tocco scorretto di Pjanic che ne disturba lo stacco aereo. Vendetta immediata da parte di un Neymar poco lucido, che colpisce il bosniaco e rimedia un giallo molto pesante: era infatti tra i giocatori diffidati.

via GIPHY

 

Uno due e…

Si riparte dopo l’intervallo ed il duo Messi/Neymar cerca subito di mettere i puntini sulle I. Uno-due tra i due fenomeni e Messi che spara ancora una volta fuori dal bersaglio. La classe c’è e si vede, ma manca quel pizzico di cattiveria e cinismo assolutamente necessari per violare questa difesa inespugnabile.

via GIPHY

 

Ancora lui

Occasioni a raffica ma mai clamorose per i blaugrana, che impattano contro una vera e propria muraglia attentissima su ogni pallone. Su un batti e ribatti in area però si apre per la Pulce la possibilità di riaprire tutto: Buffon è fuori dai pali e sul suo destro arriva uno spiovente quasi perfetto. Coordinazione, tiro al volo e…palla alta. Questa è decisamente una giornata no, sia per il 10 che per il Barcellona.

via GIPHY

 

Bastioni inespugnabili

Chiellini, Bonucci, Dani Alves. Una partita sontuosa contro 3 degli attaccanti più prolifici al mondo. ZERO gol concessi in 180 minuti e stasera una prova di grande spessore in uno stadio caldo e capace di trascinare ad una remuntada clamorosa contro il PSG. Dani Alves mostruoso nell’arginare con le buone o le cattive il connazionale Neymar, Bonucci e Chiellini duri quanto basta su Suarez e assolutamente perfetti in area di rigore. Il passaggio del turno è gran merito di Dybala, certo…ma se dietro non si passa il merito è della muraglia.