Juventus-Cagliari 3-0: esordio positivo per il VAR

Juventus-Cagliari

La Juventus torna in campo ufficialmente dopo la batosta in Supercoppa con la Lazio e quella ancor più bruciante di giugno a Cardiff e lo fa contro un Cagliari senza troppi volti nuovi. Sardi che propongono l’ex Inter Andreolli in difesa e il rientrante Cop, anno scorso retrocesso con lo Sporting Gijón. Dal canto suo Allegri invece preferisce una Juve “old school” con Lichtsteiner sulla destra e tutti i nuovi acquisti seduti in panchina. Fin dal fischio d’inizio si nota un Dybala particolarmente ispirato, e in versione Messi, nasconde palla a mezzo Cagliari in molte occasioni, mentre dalla parte opposta l’unico che sembra ragionare un po’ è il giovane Barella. La Juventus sembra aver avuto il giusto approccio alla gara e al 12′ un cross dalla destra di Lichtsteiner pesca una girata di Mario Mandzukic che buca Cragno. Juve in vantaggio dunque ma il Cagliari non molla e mostra qualche buona trama offensiva, ed è proprio da una di queste che si fa la storia: al 38′ Alex Sandro atterra Cop in area e Maresca concede l’angolo ma lo Stadium si ammutolisce quando vede l’arbitro correre verso gli schermi a bordo campo. Dopo 40 secondi per la prima volta in Serie A viene utilizzato il VAR, e dunque rigore per il Cagliari e non calcio d’angolo, decisione accolta tra applausi e parecchi fischi. La storia però viene fatta anche da Buffon che para il rigore a Diego Farias e conferma di essere sempre, instancabilmente, uno dei migliori portieri di sempre. Sul finire di primo tempo ecco il raddoppio bianconero con Dybala (46′), chirurgico a insaccare Cragno dopo essersi trovato solo al centro della difesa sarda. Inizio ripresa scoppiettante e piacevole con una traversa di Dybala dopo due minuti e fasi di gioco alternate fra i padroni di casa e il Cagliari che non vuole arrendersi e si fa vedere spesso in fase offensiva ma viene purgato da Higuain al 65′ che segna da dentro l’area con assist di Alex Sandro. Higuain che segna e si prende la standing ovation, al suo posto debutta Blaisie Matuidi, appena arrivato dal PSG. Il tre a zero annulla gli stimoli offensivi del Cagliari e la Juve inizia il campionato con una vittoria chiudendo con Douglas Costa e Matuidi in campo.

JUVENTUS-CAGLIARI: IL TABELLINO

Juventus-Cagliari 3-0

Juventus(4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio  (dal 62′ Khedira), Pjanic; Cuadrado ( dal 74′ Douglas Costa), Dybala, Mandzukic; Higuain ( dal 71′ Matuidi). Allenatore: Allegri. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Benatia, Barzagli, Asamoah, Khedira, Matuidi, Douglas Costa, Bentancur, Sturaro, Bernardeschi.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Padoin ( dal 63′ Joao Pedro), Andreolli, Pisacane, Capuano; Faragò, Cigarini ( dal 81′ Dessena), Ioniță; Barella; Farias, Čop ( dal 81′ Sau). Allenatore: Rastelli. A disp.: Crosta, Daga; Ceppitelli, Miangue, Romagna; Cossu, Dessena, João Pedro; Giannetti, Sau

MARCATORI: Mandzukic ( 12′), Dybala (46′), Higuain ( 65′)

AMMONIZIONI: Lichtsteiner (77′)

Juventus-Cagliari: le  Pagelle

JUVENTUS

Buffon: Eterno, assoluto, immortale. Alla prima azione pericolosa della stagione para un rigore. 6,5

Lichtsteiner: Proposto titolare, crea un assist bello per Mandzukic ma è troppo falloso nel secondo tempo. 6 –

Chiellini: Roccioso e aggressivo, partita senza troppi problemi. 6

Rugani: Ottima prestazione e conferma la sicurezza che vuole Allegri. 6

Alex Sandro: Non un ottimo primo tempo ( è suo il fallo da rigore) ma preciso l’assist per Higuain e diventa roccioso in difesa col passare dei minuti. 6

Marchisio: Ottima partita del “principino” che come al solito non fa mancare il suo apporto in tutte le manovre bianconere; buon primo tempo ma va in leggero calo nella ripresa. ( dal 62′ Khedira: si sacrifica molto e offre una prestazione di fisicità e forza. 6,5 )

Pjanic: Solita prestazione ordinaria e di qualità, giocando con equilibrio e precisione. 6 +

Cuadrado: Prestazione generosa ma con qualche lacuna, butta tanti cross in area Cagliari e offre sempre soluzioni interessanti a Dybala. 6 + ( dal 74′ Douglas Costa: bell’impatto con il campionato, dimostra già ottime skills palla al piede. )

Dybala: “Messiana” prestazione del numero 10 bianconero che segna, prende una traversa e regala spettacolo. Nasconde la palla a tutta la difesa sarda e illumina già il popolo bianconero. Il migliore in campo. 7

Mandzukic: Inutile dire che si sacrifica e corre come un toro. Segna anche un bel gol e offre il suo ottimo contributo in fase difensiva. 6,5

Higuain: Partita senza troppi acuti fino al gol e prestazione figlia di una forma fisica che lascia a desiderare. Bella girata nel gol e soliti movimenti da grande centravanti. 6,5 ( dal 71′ Matuidi: non gioca molti palloni, giusta passerella per il nuovo acquisto. 6)

Allegri: Juventus non brillantissima ma comunque efficace, non regala spettacolo ma contiene il Cagliari. Bella risposta dopo la sconfitta in Supercoppa ma la Juve può fare di più in mezzo al campo. 6 +

CAGLIARI:

Cragno: Fa una buona partita ma non può nulla sui gol bianconeri. 6 +

Padoin: Partita non facile per l’ex di turno che viene applaudito alla sua uscita; si fa vedere in fase offensiva ma dalla sua parte la Juve affonda un po’ troppo. 6- ( dal 63′ Joao Pedro: inizia bene poi cala anche lui come tutto il Cagliari 5,5)

Andreolli: Il migliore della difesa, se la cava bene nel primo tempo con Higuain ma poi viene beffato sul gol. 6

Pisacane: Prestazione gladiatoria con alcuni interventi al limite ma puliti, tiene botta anche lui gli attaccanti bianconeri. 6 –

Capuano: Soffre molto Cuadrado ma non si abbatte e si fa veder anche lui in fase avanzata. 5,5

Faragò: Sbaglia un gol clamoroso con Buffon immobile, per il resto corre tanto ma anche lui soffre l’assenza di motivazioni nel finale. 5

Cigarini: Nuovo acquisto volenteroso e audace ma non gli riesce proprio tutto. Giornata non facile contro Marchisio e Pjanic. Fa il possibile. 5,5 ( dal 81′ Dessena: s.v. )

Ionita: Molto in difficoltà soprattutto nella trequarti, non si risparmia negli interventi. 5 +

Barella: Parte ispirato e fa un ottimo primo tempo, con ottimi lanci e belle giocate. Calato nella seconda frazione, il migliore in campo per il Cagliari. 6,5

Diego Farias: Si emoziona palesemente al momento del rigore e lo sbaglia: avrebbe potuto portare il Cagliari sull’uno a uno. Tenta qualche dribbling ed è particolarmente attivo in zona offensiva. 6 –

Cop: Si procura il primo rigore concesso dalla VAR ma a parte questo fa poco nulla. A sportellate tutta la partita con Chiellini, perde molti duelli. 5 ( dal’ 81′ Sau: si vede pochissimo. s.v. )

Rastelli: Presenta un Cagliari offensivo, audace e propositivo ma la sua squadra si fa trovare troppo sofferente nelle ripartenze juventine. 6 –

di Riccardo Belardinelli