SHARE

Tanti i calciatori che a fine stagione faranno ritorno a Torino per fine prestito. A cominciare dai casi spinosi Felipe Melo Iaquinta, il cui ostacolo nel trovare una nuova sistemazione è rappresentato dall’elevatissimo ingaggio percepito. Il brasiliano è rinato in Turchia alla corte del santone Fatih Terim che gli ha affidato in 30 occasioni le chiavi del centrocampo del Galatasaray venendo ripagato con 10 gol e la conquista dei play-off scudetto. L’irascibile brasiliano ha tuttavia ceduto ancora una volta ai suoi limiti di temperamento venendo alle mani con il compagno di squadra Albert Riera, ed avendo ovviamente la meglio. In più il distacco seppur in prestito dalla Juventus non è stato dei migliori, con alcune dichiarazioni polemiche nei confronti della dirigenza. La soluzione migliore per entrambi sarebbe dividersi, con il dg bianconero Marotta che punta ad incassare dagli 11 ai 13 milioni per il riscatto, ma il Galatasaray sembra poco propenso ad attuare un simile esborso. C’è però una pista Fenerbahce, altro motivo di ira dei tifosi giallorossi nei confronti di Felipe Melo che pure di recente ha affermato di trovarsi bene ad Istanbul e quindi punta a rimanerci, anche se dovesse giocare con altre compagini cittadine. Dal Fenerbahce rientrerà pure il mancino svizzero Reto Ziegler, bocciato da Antonio Conte la scorsa estate e che ha un ingaggio importante e poco mercato. Un altro terzino sinistro vive da separato in casa a Vinovo, ovvero Fabio Grosso, il cui contratto scadrà finalmente il prossimo 30 giugno. Da Cesena rientreranno i deludenti Iaquinta Jorge Martinez, da Catania tornerà Marco Motta mentre terminerà anche il prestito con l’Udinese di Michele Pazienza. La Juventus dovrà poi valutare il giovane Christian Pasquato, protagonista di un eccellente precampionato la scorsa estate e persosi poi prima a Lecce e poi nella Torino granata. Senza contare il caso Giovinco, che comporterà eventualmente una spesa non inferiore ai 12 milioni. Partirà infine Eliero Elia, che ha dichiarato di non sentire suo lo scudetto appena vinto. Per il futuro sembra fatta per il talentino francese Paul Pogba, portato in bianconero da Mino Raiola così come il giovane olandese Ousmin Bouy a gennaio ed il brasiliano Gabriel Appelt Pires, da luglio aggregato alla Primavera. Ma il sogno è Luis Suarez, più di van Persie

SHARE