SHARE

…perché la stagione del Milan non è stata fallimentare come alcuni affermano. La società rossonera ha aperto il 2011/2012 vincendo la Supercoppa Italiana contro l’Inter a Pechino, e se nell’ultima di campionato batterà il Novara in casa chiuderà ad 80 punti, “che l’anno scorso avrebbero portato lo scudetto” afferma il mister Max Allegri, “non siamo stati inferiori alla Juventus, se avessimo vinto lo scontro diretto, al di là delle polemiche, credo che l’esito del campionato sarebbe stato diverso”. La società di via Turati ha detto addio in due giorni a sei tra monumenti e giocatori comunque importanti della storia recente rossonera: Nesta, poi in successione Inzaghi, Seedorf, Gattuso, Zambrotta e van Bommel. “Per i primi due è prevista la panchina, gli altri saranno in campo per ricevere il saluto del Meazza”, afferma l’allenatore toscano. Che per la prossima stagione annuncia l’ingaggio a costo zero dalla Fiorentina di Riccardo Montolivo, di conseguenza non verrà riscattato Alberto Aquilani. Allegri nell’ultima conferenza stampa dell’anno comunica anche che la stagione 2012/2013 comincerà il 9 luglio con il classico raduno a Milanello, ed anche quest’anno la squadra sosterrà una tournée negli Stati Uniti dal 27 luglio all’8 agosto. Nell’estate americana saranno tre le partite che il Milan giocherà tra Miami e Philadelphia prima di far ritorno in Italia per continuare la preparazione.

SHARE