SHARE

Secondo fonti vicine alla società etnea il tecnico Vincenzo Montella potrebbe ottenere già in giornata la rescissione del contratto. Sulla panchina dei catanesi siederebbe Dario Marcolin, reduce dall’esperienza di Monza in Lega Pro. A Roma un ritorno dell’ex numero 9 giallorosso è visto di buon occhio ed è considerata una ipotesi fattibile, più di altri nomi come Villas Boas. Col senno di poi, complice anche un repentino cambio dei vertici societari, ci si è resi conto che allontanare Montella lo scorso anno per puntare su Luis Enrique è stata forse una decisione poco ponderata. Lo spagnolo si è dimostrato troppo audace e dunque inadatto ad un calcio pragmatico come quello italiano, fatto sta che non ha retto le critiche alle quali chi innova è inevitabilmente destinato giungendo a rassegnare le dimissioni poco prima dell’ultimo impegno di campionato. La squadra però si è schierata tutta con l’ex giocatore del Barcellona come si è potuto vedere dal pranzo di fine stagione, un occasione per salutare l’allenatore dimissionario ed il suo staff. L’incontro si è svolto a Santa Severa, e nell’occasione ha parlato brevemente coi giornalisti Francesco Totti: “La squadra sperava di continuare il progetto con Luis Enrique, ma lui ha deciso di lasciare e lo rispettiamo, era bello il fatto che andasse d’accordo con tutti”. Sull’eventuale ritorno di Montella il capitano giallorosso non si scopre più di tanto: “Nella sua prima esperienza sulla panchina della Roma agli inizi non ho giocato, ma ha personalità per allenare una squadra importante”. E chi paga il conto oggi? “Gli americani…”

SHARE