SHARE

Il centrocampista campano ha espresso la volontà di lasciare la Sicilia. Con il contratto in scadenza tra un anno e la sua dichiarata non disponibilità a discutere di un eventuale rinnovo, al Palermo converrebbe trovare un acquirente per non trovarsi nella scomoda situazione di dover cedere il giocatore ad un prezzo di saldo o, peggio ancora, senza poter ricavare alcun utile. Per il club rosanero sarebbe una perdita non da poco, Giulio Migliaccio ha dimostrato in quasi tutto il suo arco di tempo speso a Palermo di possedere doti di quantità e qualità per poter reggere la mediana dei siciliani.

Come suo sostituto il presidente Maurizio Zamparini sogna da tempo l’esperto centrocampista del Tijuana e dell’Uruguay Arevalo Rios, calciatore di caratura internazionale molto simile per temperamento e caratteristiche di gioco allo spagnolo del Villareal Marcos Senna. Le difficoltà stanno tutte nei dubbi espressi già lo scorso gennaio dallo stesso Arevalo Rios, che aveva rifiutato il trasferimento motivando la sua scelta con la volontà di terminare il campionato messicano, anche se adesso sembra che il Palermo possa avere maggiori chance di ingaggiarlo. Si segue poi anche l’argentino Claudio Yacob del Racing Avellaneda, stesso ruolo di Rios, accostato da almeno due anni al Palermo ed anche al Napoli.

Napoli al quale Zamparini si è mostrato entusiasta di aver soffiato Sebastian Sosa, che il presidente stesso ha definito “il nuovo Cavani”. La trattativa è stata conclusa dal giovane ds rosanero Luca Cattani con il Cerro Largo di Montevideo per 2 milioni di euro. Sul fronte Paulo Dybala nessuna novità; nonostante Zamparini lo descriva come un giocatore del Palermo non è così, per il momento. In attesa di Sannino e Perinetti si seguono Luca Rossettini per sostituire il sicuro partente Matias Silvestre ed il ventiseienne Ibrahima Tourè, attaccante senegalese del Monaco, autore di 9 gol in 16 presenze nella Ligue 2.

SHARE