SHARE

Mancava solo l’ufficialità, ma tutti da qualche tempo credevano che il Pescara fosse in grado di arrivare in serie A, senza disputare i play-off. L’ufficialità è arrivata da poco, dopo un’altra vittoria esterna a Genova contro la Samp. Doppietta di Caprari e il gol del solito Immobile, sempre più capocannoniere della serie B.

La partita non è una delle più belle, però il Pescara quando vuole, sa affondare il colpo. Palla in profondità di Verratti per Caprari che segna, aiutato anche da un errore di Romero. Dopo pochi minuti, è sempre il portiere argentino Romero il protagonista: sbaglia lo stop da un retropassaggio di un suo compagno e rinvia pressato da Immobile, che devia e la palla va a finire in rete. Pochi minuti dalla fine del primo tempo Pozzi sbaglia un rigore: la palla va a sbattere contro il palo. Il primo tempo finisce 0-2 e il sogno “serie A” del Pescara è sempre più vicino. Il secondo tempo inizia a ritmi blandi, fino a quando un’invenzione di Insigne manda Caprari verso la porta: tunnel su Rossini e gol. 0-3. Il Pescara è quasi in serie A. A pochi minuti dal termine, la Samp segna il gol della bandiera con Juan Antonio. La partita termina col risultato di 1-3 e possono iniziare i festeggiamenti a Pescara. Zeman torna in serie A, dopo un’assenza durata ormai troppo anni. Il suo gioco-spettacolo è stato premiato ed ha meritato la vittoria. A fine partita, lo si vede molto emozionato come dichiara ai microfoni di Sky: “E’ bello, ma mi viene da piangere per Franco Mancini (preparatore portieri, scomparso pochi mesi fa): dedico a lui la A. Grazie ai ragazzi, sono ringiovanito con loro”. Goditela fino in fondo caro boemo: finalmente sei tornato in serie A. Ha meritato ampiamente la promozione, soprattutto grazie al suo gioco super offensivo. Con Verratti, Immobile, Insigne, Caprari da gennaio, il Pescara ha espresso un tipo gioco che assomiglia molto a quello del Barcellona. Non vogliamo continuare in questi paragoni, c’è solo da festeggiare il grande risultato raggiunto. Siamo tutti un po’ felici.

SHARE