SHARE

Restyling totale per il Lille che dall’anno prossimo cambierà stemma e stadio, con l’obiettivo di ritornare ai fasti neanche tanto lontani delle scorse stagioni. La squadra del nord della Francia è infatti campione uscente della Ligue1 dopo l’exploit del Montpellier, vincitore qualche giorno fa del primo titolo della sua storia. Un rinnovamento che passerà anche dalle operazioni di mercato con l’annunciata cessione del gioiello splendente Eden Hazard, 21enne trequartista conteso dai top club di Premier League ed appetito anche dalle altre regine del calcio europeo. La dirigenza conta di ricavarci almeno 30 milioni di euro, nel frattempo in accordo con la municipalità di Lille prosegue la costruzione del modernissimo impianto “Lille-Metropole” i cui lavori verranno ultimati a luglio, ben prima dell’inizio del campionato.

Lo stadio, 50.000 posti tutti a sedere per un costo di 300 milioni di euro, è già stato incluso nella lista degli impianti in vista di Euro 2016, con la rassegna continentale che avrà luogo proprio in Francia. Cambia anche lo stemma sociale, con il design curato dall’agenzia specializzata “Dragon Rouge” che intende riproporre un richiamo alle radici storiche misto ad un concept moderno; il mastino ed il giglio, rispettivamente nuovo e

vecchio simbolo, vengono ora riproposti in chiave stilizzata nelle fattezze dei colori bianco, rosso scuro e blu. La parte in rosso del mastino ripropone anche le fattezze di una fiamma, che indica la passione dei tifosi. Insomma, i Dagoes cambiano del tutto pagina, sperando che i cambiamenti possano coincidere con un nuovo periodo di successi.

Ecco infine la cronistoria del logo sociale del club francese, che nel corso dei suoi circa 70 anni di storia ha subito numerose trasformazioni fino all’attuale conformazione che è andata in pensione con l’ultima giornata di campionato.

SHARE