SHARE

L’Udinese è interessata al centravanti argentino Marco Ruben del Villareal. Molti pezzi pregiati della squadra gialla, tra cui l’ex Zapata, verranno ceduti a prezzo di saldo complice la retrocessione subita al termine della Liga. Per Ruben il Submarino Amarillo è intenzionato a chiedere 5 milioni ma si può chiudere anche per meno. Tanti sono comunque i giocatori sparsi per il mondo sui quali la dirigenza friulana è intenzionata a puntare, tra questi il difensore svizzero Jonathan Rossini, titolare nella Sampdoria durante questa stagione ed autore di un buon campionato. Sembra invece sicura la partenza di Antonio Floro Flores, oscurato dall’ascesa del giovane Diego Fabbrini, così come è difficile che verrà concessa una opportunità a Victor Barreto, calciatore bravo ma dal fisico troppo fragile.

Torneranno dalla Francia Abdou Sissoko e Thierry Doubai mentre dalla Reggina rientrerà il difensore Gabriele Angella, che ha racimolato un buon minutaggio e sembra pronto per la Serie A. Sembra tutto fatto per l’ingaggio del nuovo Benatia, il difensore centrale francese Thomas Heurtaux, proveniente dal Caen dove nonostante la sua squadra sia retrocessa si è messo in luce con buone prestazioni condite da 5 reti. Addirittura l’Udinese si è mossa con un anticipo in grado di battere la concorrenza del Pais Saint-Germain. Si attende l’ufficialità a breve. Sui vari Isla, Armero, Asamoah ci si attende che solo uno dei tre venga ceduto per incassare tanti milioni.

Il patron Gino Pozzo ha poi rassicurato i tifosi in merito a certe dichiarazioni rilasciate da Totò Di Natale il quale si è detto stanco dei ritmi troppo elevati del calcio odierno. La risposta è in un numero: 2014, l’anno di scadenza del nuovo contratto. Per gli addetti ai lavori infine il prossimo potrebbe essere l’anno della definitiva esplosione di Fabian Orellana, 26 punta velocissima già nazionale cileno in prestito negli ultimi tre anni prima allo Xerez, poi al Granada, infine al Celta Vigo. Orellana ha le qualità per emulare Alexis Sanchez e dopo il suo apprendistato europeo è giunto il tempo per lui di provare l’avventura italiana.

 

SHARE