SHARE

A dirlo è il presidente della FIGC Giancarlo Abete, che aggiunge: “Sarà una buona occasione per dimostrare che Napoli ama la Nazionale. I fischi all’inno sono censurabili ma è una cosa della quale non vale la pena parlare”. Il numero uno federale si concentra invece sull’imminente impegno che l’Italia sosterrà in Polonia ed Ucraina, il primo passo sarà la scelta dei definitivi 23 da parte del commissario tecnico Cesare Prandelli. “C’è grande serenità e voglia di fare bene”, chiosa Abete che poi si sofferma sul Napoli: “Ormai non è più una sorpresa, la squadra di Mazzarri è tra le migliori in Italia e ha tenuto alta il nome del nostro calcio per l’Europa, senza contare i milioni di tifosi sparsi nel mondo. Sono sicuro che disputerà una buona Europa League il prossimo anno, contribuendo a risollevare il nostro punteggio nel ranking UEFA”. Sui fischi nella finale di Coppa Italia, c’è da dire che sono “istituzionali”, deprecrabili ma sui quali chi di dovere dovrebbe riflettere.

 

SHARE