SHARE

E prende il volo il progetto dei Della Valle. Forti della nomina di Daniele Pradè come nuovo direttore sportivo, ecco che alla panchina viola si avvicina sensibilmente Vincenzo Montella, già con Pradè alla Roma nel recente passato. Complice anche la rottura delle trattative tra i giallorossi e l’attuale (ancora per poco) tecnico del Catania, Firenze è diventata la prima scelta. Il presidente dei siciliani Antonino Pulvirenti però fa la voce grossa e non sembra spaventato dall’ipotesi di arrivare ad un braccio di ferro con l’allenatore napoletano, contrariamente a qualche mese fa quando già circolavano voci di addio di Montella.

A favorire la trattativa per lo scioglimento del contratto che lega Montella al Catania potrebbe rientrare qualche contropartita tecnica, dato che sembra improbabile se non impossibile un esborso economico di Andrea Della Valle per convincere i siciliani a lasciare libero il loro allenatore. Di certo la Fiorentina non intende aspettare Montella come ha fatto la Roma che infatti già sta vagliando altre piste (Zeman su tutte, un sogno della Fiesole).

Anche nel caso dei toscani permangono delle soluzioni sottotraccia, è ancora possibile per esempio vedere Claudio Ranieri sulla panchina della Viola così come sono stati effettuati dei sondaggi con Gianfranco Zola, reduce da una buona esperienza in Premier League al West Ham, e Fulvio Pea, impegnato col Sassuolo nei playoff per la Serie A. Sono questi i nomi dal quale verrà fuori il nome del prossimo mister che avrà il compito di far dimenticare questa annata completamente negativa per Firenze ed i suoi tifosi.

SHARE