SHARE

…e numeri decimali, sono le cifre che la dirigenza nerazzurra punta per fare cassa ed eventualmente reinvestire sul mercato, l’unico modo per poter spendere. Contrariamente alle ultime due stagioni dove si è puntato sull’ossatura storica capace di far vincere l’Inter in Italia e nel mondo, stavolta potrebbero partire ben quattro big, nella fattispecie Julio Cesar, Wesley Sneijder, Giampaolo Pazzini e Maicon. Con queste cessioni illustri la società avrebbe la liquidità per rifondare la squadra dopo i problemi della stagione appena conclusa. Gli eventuali sostituti sono già stati trovati. In porta si darebbe spazio ad Emiliano Viviano, che tornerebbe dal prestito al Palermo motivatissimo per quella che sarebbe l’occasione della vita, inoltre il portiere fiorentino punta forte anche alla Nazionale col nuovo ciclo che si aprirà dopo gli Europei.

Con una cessione di Wesley Sneijder entrerebbero fior di milioni, almeno 25, parte dei quali potrebbe essere girata al Napoli per prelevare il Pocho Lavezzi. In riva al golfo andrebbero anche Pandev e Pazzini, che da nerazzurri passerebbero all’azzurro completo. Lo scambio potrebbe rappresentare un affare per tutti, ma il cash francese del Psg stuzzica il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis, occorrerà ancora tempo prima di definire tutto. A rimpiazzare Sneijder potrebbe essere Coutinho, tornato dai sei mesi con l’Espanyol più completo e motivato. Maicon infine, eterno scontento, eterno partente, infortuni a parte ha sempre dato il suo contributo ma complice l’età e l’evidente chiusura di un’epoca questa volta potrebbe sul serio fare le valige e migrare in Spagna o in Inghilterra, l’Inter si ritrova con un Jonathan in più e ci saranno altri arrivi.

A sorpresa potrebbe partire pure Dejan Stankovic, ormai non più protagonista sulla sponda nerazzurra dei navigli. Con la pista Mauricio Isla un po’ congelata, in entrata i nomi sono i soliti: oltre a Lavezzi è stato in pratica opzionato el Papu Gomez dal Catania, c’è poi Ezequiel Schelotto dell’Atalanta ed è forte anche la candidatura di Mattia Destro, che non verrà riscattato dal Siena ed al Genoa troverebbe la concorrenza di un Ciro Immobile svezzato da Zeman al Pescara quest’anno, le probabilità che ritorni all’Inter dove è cresciuto sono molto alte. Infine Andrea Stramaccioni ha rinnovato il contratto fino al 2015, il tecnico romano ha convinto Massimo Moratti che gli garantirà 500mila euro annui più eventuali bonus.

SHARE