SHARE

Svanita ormai la pista Fiorentina, l’ex plenipotenziario del Catania assumerà domani la guida della direzione generale del Grifone. La presentazione è fissata per le 11:00 a Villa Rostan, a Pegli. Pietro Lo Monaco si metterà subito al lavoro annunciando la probabile conferma sulla panchina rossoblu di Luigi De Canio, che ha trascinato la squadra alla salvezza al termine della stagione appena conclusa. Poi ci sarà molto da fare sul mercato per rinforzare una squadra apparsa stanca, senza mordente e per di più adesso priva di Rodrigo Palacio.

 

Preso Ciro Immobile, Lo Monaco e d un Capozucca ancora in bilico (il direttore sportivo vuole capire il ruolo che rivestirà in società adesso) si metteranno al setaccio del mercato sudamericano, in particolare quello argentino, campo in cui Lo Monaco è uno dei massimi esperti italiani e può vantare rapporti privilegiati coi più importanti procuratori albicelesti. Sul promettente Francesco Acerbi sembra difficile che il Genoa riesca a trattenerlo, il giovane è conteso dalle milanesi e dalla Roma ed una di queste la spunterà. Appetito dal Milan è anche Andreas Granqvist, la difesa è comunque un reparto da rifondare e l’unica certezza è Sebastian Frey.

 

Dal Chievo oltre ad Acerbi rientrerà anche Dario Dainelli, e pure in questo caso è difficile ipotizzare una permanenza sotto alla Lanterna. Preso Alexander Merkel in via definitiva dal solito Milan, si seguono Francesco Lodi dal Catania (magari in cambio di Felipe Seymour e robusto conguaglio) e Marco Rigoni dal Novara, per il quale la concorrenza è folta. Sul piede di partenza Miguel Veloso, Kevin Constant, Cristobal Jorquera ed Andrea Caracciolo. Da valutare pure Giuseppe Sculli in caso di nuovi guai giudiziari.

SHARE