SHARE

Andata della Finale di Playoff di Serie B. Si affrontano la ritrovata Sampdoria e un sorprendente Varese. La regola dei playoff prevede che in Serie A vada la squadra che totalizza più punti tra andata e ritorno. In caso di parità di punti la spunta chi segna il maggior numero di gol (non c’è la regola della doppia valenza del gol in trasferta). Se la parità persiste la finale di ritorno prevede i supplementari. Se i supplementari finiscono in parità si qualifica la squadra meglio piazzata nella regular season (ovvero il Varese). Niente rigori in nessun caso!

E’ partita vera al Marassi di Genova fin dai primi minuti. Lo stadio è una bolgia e le due squadre non perdono tempo a studiarsi. Ritmi verginosi fin dai primi minuti con la Samp in cerca del gol e il Varese che risponde con gli assoli e le giocate di Kurtic, giocatore ormai completo e pronto per la A.

Al 20° minuto la prima emozione Gastaldello svetta in area con una zuccata poderosa mettendo nell’angolino un perfetto calcio d’angolo di Renan. La squadra di casa si porta in vantaggio e il pubblico è in delirio!

Ma dopo 4 minuti TUTTI IN PIEDI!! Gol sontuoso di Rivas che dopo un assist geniale di Neto Pereira, si beve Gastaldello con una serie di finte, si porta la palla sul destro e trova il secondo palo. Romero non ci può arrivare!! La partita è stupenda e le due squadre non hanno paura, attaccano e cercano in tutti i modi il gol.

Il primo tempo si conclude sull’ 1-1 con numerosi e frenetici ribaltamenti di fronte. Forse un po’ meglio il Varese che ha dimostrato almeno nella prima frazione un gioco corale. Samp che vive delle giocate di Eder e un Pozzi nervoso e fuori dal match!

Si riparte con gli stessi undici e così come nel primo tempo la Samp ritrova il gol nei primi minuti proprio con Pozzi che al 48° raccoglie un lancio meraviglioso da centrocampo di OBIANG, e dopo uno svarione difensivo di Troest, da bomber vero trova il gol con un piatto destro implacabile! 2-1 SAMPDORIA!! Prima palla giocata per l’attaccante della Doria e subito gol!

Ma è solo l’inizio di una finale EPICA!

Al 55° infatti dopo un paio di accelerazioni di Eder, arriva il pareggio
Dopo il 2 a 2 …la partita vive una fase passeggera con numerose sostituzioni, acrobazie da spot da parte di Rivas e pesanti ammonizioni.del Varese con De Luca che raccoglie da opportunista un cross preciso dalla destra di Cacciatore e infila il portiere Romero. Schieramento difensivo della Samp inguardabile!

Iachini all’80° prova a dare la scossa inserendo Pellè per il centrocampista Obiang e rischiando il tutto per tutto.

Ma l’uomo da copertina è ancora lui .. Gastaldello che all’81° trova la seconda zuccata su corner di Renan, colpo di testa devastante che fa esplodere il Marassi…3 a 2 e Sampdoria di nuovo in vantaggio.

Nei nove minuti successivi e nei cinque di recupero non succede più nulla, Pellè è bravo a difendere palla e a far respirare la squadra, il Varese non riesce a ritrovare l’ennesimo pareggio.

La Samp così trionfa e sogna la Serie A grazie al man of the match meno atteso , Gastaldello simbolo e capitano della squadra blucerchiata.

Un match spettacolare conquistato dalla squadra di casa che ha mostrato una cattiveria agonistica sempre mancata nelle fasi cruciali della regular season.

Ora la Doria ha due risultati su tre per conquistare la promozione, toccherà al Varese cercare l’impresa e vendicare questa sconfitta che sa di beffa, anche per il bel gioco mostrato.

SHARE