SHARE
Dopo aver assistito ad una bellissima partita tra Spagna e Italia si chiude la giornata allo Stadio Miejski di Poznan con Irlanda – Croazia e chi vince potrebbe balzare al comando della classifica del gruppo C.

Irlanda e Croazia sono le due outsider del girone e le squadre meno quotate sulla carta. Per loro questa partita potrebbe essere fondamentale.

La squadra del Trap punta tutto sull’esperienza e la solidità con Duff e Mc Geady pronti ad innescare dalle fasce Doyle e il solito Keane. La Croazia invece è squadra più giovane e tra le sue fila può annoverare Mandzukic e Jelavic oltre alla stella Modric.

Terzo minuto e subito la Croazia sorprende la difesa irlandese, con Mandzukic! Cross di Srna, deviato dalla difesa irlandese, che s’impenna al centro dell’area: sulla palla irrompe l’attaccante del Wolfsburg che prima perde l’equilibrio poi si rialza e infila il pallone nell’angolino con un colpo di testa chirurgico! 1 a 0 per la Croazia e avvio shock per i ragazzi del Trap.

Dopo un numero di Jelavic in area, l’Irlanda comincia a macinare gioco e nonostante alcuni svarioni di Dunne , non il massimo nel palleggio e l’impostazione, comincia ad impensierire la difesa croata. Al 19°  St Ledger insacca in rete con una deviazione aerea prepotente una punizione pennellata da Mc Geady, 1 a 1!

Si alzano i ritmi di gioco: da una parte Mc Geady e dall’altra Modric e Jelavic sono spine nel fianco delle difese avversarie. La Croazia fraseggia con qualità, l’Irlanda si difende come può.

Dopo una conclusione di poco a lato e uno splendido assist in sombrero non finalizzato, Jelavic al 44° realizza un gol da opportunista sull’ennesimo svarione di Ward, azione originata da una conclusione di MODRIC, deviata dal difensore irlandese! La palla arriva a Jelavic (in posizione probabilmente irregolare) che con un pallonetto supera Given. 2 a 1 per la Croazia e finisce così il primo tempo.

Parte il secondo tempo e al 48° Mandzukic crea il terzo gol.

Ennesima azione avvolgente, Perisic crossa a rientrare dalla sinistra e l’attaccante devia di testa in modo perfetto. La palla sbatte sul palo, rimbalza su Given ed entra in rete.

L’Irlanda appare nettamente inferiore alla Croazia. Gap tecnico troppo elevato. Al 62° Schildenfeld interviene su Robbie Keane in area. Rigore netto ma l’arbitro incredibilmente non assegna la massima punizione.

A venti minuti dalla fine Duff è l’unico a crederci ma il resto della squadra appare totalmente senza idee in attacco, infatti al 77° la Croazia sfiora il quarto gol con Rakitic.

Negli ultimi dieci minuti qualche affondo dell’Irlanda sfruttando le palle alte provoca disagi alla difesa croata, soprattutto con Whelan, addirittura ben 3 palle gol interessanti ma ormai è troppo tardi e la partita si chiude così.

Un’ottima Croazia batte l’Irlanda e si porta in testa al gruppo C , a seguire con un punto Spagna e Italia e fanalino di coda la squadra del Trap apparsa troppo timorosa.

 

SHARE