SHARE

santa claus squadra

In giro per il mondo, sono diversi i derby che si contendono l’appellativo di più caldo del mondo: dal Superclasico Boca-River all’Old Firm tra Celtic-Rangers, passando per le varie sfide stracittadine. Non c’è però discussione su quale sia il derby più freddo del mondo, almeno dal punto di vista climatico: il curioso derby di Rovaniemi, capitale della Lapponia (regione settentrionale della Finlandia), tra il Rovanimemen Palloseura (RoPS) e il Santa Claus FC. Il nome della seconda squadra non è casuale, e ricalca perfettamente la tradizione della cittadina: infatti il villaggio di Santa Claus, 8km a nord di Rovaniemi, è universalmente riconosciuto come la capitale del natale e la residenza ufficiale di Babbo Natale in persona. E se a questo elemento, aggiungiamo il fatto che a temperatura media annuale arriva a 0°, scendendo d’inverno regolarmente sotto i -25°, allora è facile dare a questo derby l’appellativo prima citato. Ma andiamo a conoscere meglio le due squadre cittadine: il RoPS (sigla di Rovaniemen Palloseura), viene fondato nel 1950, quando la città, anche con l’aiuto del celeberrimo architetto Alvar Aalto, venne ricostruita dopo essere stata distrutta nella seconda guerra mondiale. La squadra assunse subito una posizione di dominanza nella propria regione, la Lapponia, dove i ghiacci ricoprono i terreni per buona parte dell’anno, e dove sono di conseguenza preferiti sport come l’Hockey su ghiaccio o il popolare Bandy. Negli anni ’80 la squadra raggiunse per la prima volta la Meisteri-liiga, ossia la massima divisione del calcio Finlandese, ottenendo nella seconda parte del decennio i migliori risultati della sua storia: nel 1986 si aggiudicò la coppa di Finlandia, qualificandosi cosi alla Coppa delle Coppe: nel primo turno affrontarono i Nord Irlandesi del Glentoran, passando il turno per la regola dei goal in trasferta dopo un doppio pareggio, 0-0 in patria e 1-1 a Belfast. Agli ottavi di finale il RoPS trovò gli albanesi del Vllaznia, turno non impossibile che i lapponi archiviarono con una doppia vittoria per 1-0: da segnalare gli oltre 8.500 al Keskuskentta, lo stadio locale: un record tutt’ora imbattuto. Ai quarti di finale si interruppe il sogno, contro il fortissimo Marsiglia: 0-1 all’andata e 3-0 nel ritorno del Velodrome per l’OM.

I buoni risultati non finirono per la squadra di Rovaniemi, che arrivò terza in campionato per due stagioni consecutive nel 1988 e 1989. Negli anni ’90 la squadra si stabilizzò a centro classifica, arrivando per ben 10 anni di fila sempre tra la quinta e la nona posizione. Gli anni del 2000 coincisero con una serie di retrocessioni in Ykkonen (la seconda serie) e rapide risalite in Veikkausliiga (la “Serie A” del calcio finlandese). Nel 2011 la squadra venne travolta da uno scandalo scommesse che sconvolse un po’ tutto il calcio finlandese riguardo partite truccate nel periodo dal 2008 al 2011: vennero chiamati in causa ben 9 giocatori della squadra del RoPS (tutti stranieri, 7 giocatori dello Zambia e 2 della Georgia) che vennero tutti radiati dalla federazione, che costrinse tra l’altro alla liquidazione la squadra principale nello scandalo, ossia il Tampere United. Dopo la retrocessione dello scorso anno , le acque si sono calmate, è iniziato un nuovo ciclo fatto di tanti giovani locali, che sta portando ad una promozione ormai sicura: a 8 giornate dalla fine del campionato di Ykkonen sono 16 i punti di vantaggio del RoPS che ormai è ad un centimetro dal ritorno nella massima serie Finnica. La seconda squadra della città è appunto il Santa Claus FC, squadra fondata nel 1993 dalla fusione del Rovaniemen Reipas e Rovaniemen Lappi due squadre solite giocare tra Kakkonen (terza serie) e Kolmonen (quarta serie). Nel 1993, visto anche la posizione marginale delle due squadre rispetto al “gigante”  RoPS, si unirono, scegliendo il nome del mitico villaggio come nome della squadra. I primi anni vennero affrontati nella Kakkonen fino alla retrocessione in Kolmonen nel 2000. Nel 2009 la squadra ritornò nella Kakkonen, e nel 2010 sfiorò la promozione nella Ykkonen, ossia la seconda serie: dopo aver vinto il proprio girone, infatti, la squadra battè nel triangolare 5-3 l’Ilves di Tampere, ma perse per 1-0 la finale promozione contro l’HIFK Helsinki perdendo la possibilità di raggiungere il RoPS nella Ykkonen. Ma il destino comunque, volle che nel 2011 si svolse il primo storico derby della città: è il terzo turno della Suomen Cup, dove Santa Claus e RoPS si affrontarono: lo stadio venne quasi interamente riempito: la rivalità tra le due squadre è ovviamente ridotta, e il tifo è quasi tutto per la storica prima squadra cittadina: paradossalmente, visto il nome simpatico, il Santa Claus ha più sostenitori all’estero che in patria. Tornando alla partita, furono necessari i supplementari per permettere al RoPS il passaggio del turno, che si imposero per 1-3. Questa fu la prima (e al momento ultima) sfida tra le due squadre che si contendono il derby del natale, il derby più freddo del mondo…perché se Babbo Natale, nel resto del mondo, è solo il 25 dicembre, a Rovaniemi lo è tutto l’anno. E ormai, con la sua squadra, (prima delle partite del Santa Claus è solito entrare in campo Babbo Natale assieme alla squadra) per una volta può sognare di ricevere un grande regalo (la promozione e la vittoria di un derby?), al posto di darli come suo solito…