SHARE

parma-juventus_16-586x329

Pomeriggio ricco di emozioni dopo la scorpacciata di gol nell’anticipo delle 12.30

Si ferma ancora la Juventus di Conte, bloccata sull’1 a 1 dal Parma che continua la sua striscia positiva in casa. Vincono Lazio e Napoli e la crolla Fiorentina al Friuli. Importantissima vittoria per il Cagliari sul Genoa ed ennesimo stop della Roma in casa del Catania.

Al Tardini di Parma va in scena la sfida tra la squadra di casa e la Juventus, capolista in serie A ma che cerca il suo primo successo nel 2013.

Nel primo tempo la partita appare subito molto equilibrata, con i ducali che riescono a controllare le sfuriate degli uomini di Conte e a pungere quanto possibile con Amauri e Belfodil. Mirante salva in qualche modo su Quagliarella e Padoin e permette ai suoi di andare negli spogliatoi con un prezioso pareggio.

Il secondo tempo si apre subito con una Juventus che si butta alla ricerca del vantaggio. Gol che arriva al 52′ con Pirlo su punizione che inganna il portiere dopo una deviazione di Biabiany. Parma 0 Juventus 1.

Il Parma non molla, anzi dopo una girandola di sostituzioni si fa pericoloso e con Sansone approfitta di un clamoroso buco difensivo della squadra bianconera. Caceres non chiude, Sansone si invola innescato da un grandissimo esterno di Paletta, entra in area e realizza, grandissimo gol. Parma 1 Juventus 1

Finale palpitante con la Juventus che prova in ogni modo a sfondare, Paletta su tutti chiude tutti i buchi e garantisce ai suoi un preziosissimo pareggio.

Quarta vittoria della Lazio che vince con un pizzico di fortuna grazie ad un gol da annullare e ad un autogol di Brivio. Partita che si sblocca nel secondo tempo, dopo una prima frazione non certo vibrante e ricca di emozioni. Un equilibrio rotto dal gol di Floccari al ’68 che porta in vantaggio i suoi con un colpo di mano,  non visto dal quintetto arbitrale dopo una traversa scaturita da un errore di Canini. Gol da annullare.

Al ’77 gira tutto bene alla Lazio che si trova in vantaggio per 2 a 0 grazie ad un autogol di Brivio su un cross innocuo di Mauri. Laziali che confermano il secondo posto e accorciano sulla Juventus

Dopo un inizio un po’ al rallentatore il Napoli si sveglia al 29′ con il gol di Maggio, terzo consecutivo, che premia il prezioso assist di Hamsik, ottavo stagionale, mettendo di testa il suo cross. Neanche il tempo di reagire che il Palermo si trova due gol sotto, grazie a Inler che realizza alla sua maniera, dribbling su Dossena e sinistro che si insacca all’incrocio.

Nel secondo tempo non c’è più partita con la squadra di Mazzarri che controlla; gli ospiti calano vistosamente e Insigne realizza il gol del 3 a 0, quarto gol stagionale. Napoli che trova la terza vittoria consecutiva e che penalizzazione alla mano è a – 5 dalla Juventus, senza sarebbe a pari punti con la Lazio.

L’Udinese di Guidolin batte 3 a 1 la Fiorentina grazie ai gol di Di Natale (doppietta) e Muriel, per gli ospiti gol di Rodriguez (in realtà autogol di Brkic).

Primo tempo a favore della Fiorentina, che mette in mostra il suo gioco. Sblocca al ’19 con Rodriguez, colpo di testa e palla che rimpalla sulla testa di Brkic e va in rete. Allo scadere dei primi 45 minuti Di Natale su rigore procurato da Domizzi realizza il pareggio.

Nel secondo tempo prima Di Natale, innescato da Lazzari, poi Muriel, grosso errore di Neto, realizzano il secondo e terzo gol dell’Udinese, un uno – due che mette K.O. gli uomini di Montella.

Negli altri campi il Catania conferma la regola del Massimino e batte 1 a 0 la Roma di Zeman grazie a Gomez che con un colpo sotto batte il portiere giallorosso, innescato da un bell’assist di Bergessio; il Cagliari invece vince di rimonta con reti di Sau (assist di Naingollan) e Conti che realizza di testa all’82’ . Ad inizio secondo tempo il gol del provvisorio 0 a 1 di Eros Pisano. Vittoria importantissima per la squadra di Pulga – Lopez

In attesa del posticipo Sampdoria – Milan la classifica aggiornata di serie A:

Schermata 2013-01-13 a 17.34.51