SHARE

Edu-Vargas-Napoli

Era un anno fa quando arrivò come un fenomeno. I suoi tifosi in Cile si strappavano (quasi) i capelli per la sua partenza, e in Italia quelli del Napoli fremevano di attesa e di curiosità per l’arrivo di quello che era considerato l’erede del Pocho Lavezzi.L’emozione per un giovane campione, potenziale erede del Pocho, che si è ben presto trasformata prima in delusione, poi in diffidenza, e infine è diventata indifferenza. La stessa con la quale Edu
Vargas ha lasciato il Napoli e Napoli: senza commiati ufficiali, ma solo un saluto alla squadra, al tecnico e allo staff.

Edu Vargas è un giocatore del Gremio, e quanto ci rimarrà dipenderà da Mazzarri: in caso di permanenza del tecnico nella prossima stagione, il cileno rientrerà a Napoli non prima del prossimo dicembre, ma potrebbe anche non tornare affatto. Questo se il Gremio farà valere il diritto di riscatto, valido solo se il giocatore rimarrà in Brasile per un anno, fino a dicembre 2013. Altrimenti, in caso di addio di Mazzarri a giugno, Vargas sarà subito richiamato alla base per rimettersi alla prova dell’eventuale nuovo tecnico. Tutto già deciso col club brasiliano, che ha pagato in ogni caso circa 1,5 milioni di euro per questo affare. Un affare per il Napoli, sia chiaro. L’eventuale riscatto, invece, è fissato per una cifra intorno agli 8,5 milioni.

SHARE