SHARE

img1024-700_dettaglio2_INFLUENZA

Si è dovuti arrivare anche a questo…a causa dell’epidemia influenzale che ha colpito gli Stati Uniti ed in particolare la città di New York, la squadra di calcio del Manhattan Soccer Club ha preso la drastica decisione di vietare la tradizionale stretta di mano prima e dopo le partite e di abbracciarsi in caso di esultanza. “Questo per evitare o ridurre qualsiasi forma di contagio”, ha spiegato un portavoce del club, che lavora principalmente in ambito giovanile

Il provvedimento è stato notificato a tutti i tesserati tramite e-mail. Ecco il testo: “Raccomandiamo ai nostri allenatori di chiedere ai giocatori di non stringere o toccare le mani degli avversari al termine delle partite. Al massimo, per sicurezza, si possono consentire delle pacche sulle spalle. Il tecnico è invitato a spiegare questa decisione prima della partita”.

Sembrerà esagerato, ma negli Stati Uniti la gente ha paura di questa virulenta epidemia di influenza che ha causato finora la morte di 29 bambini ed un contagio su larga scala in ben 30 stati dell’Unione. Ad oggi vi sono cinquemila contagiati e la situazione non sembra ancora volgere per il meglio.

SHARE
Previous articleSerie A, le probabili formazioni
Next articleLa Lavagna, Genoa – Catania
Napoli, Il Napoli, Star Wars, la pizza, la mia donna, i videogiochi ed il giornalismo sportivo. Non necessariamente in questo ordine.