SHARE

150907_591290790897577_249512043_n

In contrapposizione alla figuraccia di Hazard (colpevole di aver dato un calcio adun raccattapalle) vogliamo tornare a parlare dell’impresa del Bradford, squadra di quarta categoria finalista della Capital One Cup. Non della partita contro l’Aston Villa (se proprio ve la siete persa..cliccate qui) ma della favola andata in scena al fischio finale e che vale la pena di raccontare.

Al termine della partita il capitano dei Bantams si è recato a bordo campo per regalare la maglia a Jake Turton.

Jake è un ragazzino di 9 anni; tre anni fa gli fu diagnosticato un tumore al cervello con aderenze alla spina dorsale. Ha affrontato dieci settimane di coma farmacologico ed interminabili sedute di chemioterapia; ma tutto ciò non lo ha fermato.

Jake ha combattuto e dopo essere stato costretto a imparare di nuovo a camminare e a parlare, ha definitivamente sconfitto il cancro ed è tornato a vivere.

Il capitano del Bradford City, Gary Jones, non si è dimenticato del piccolo Jake al termine della storica partita del Villa Park e così, al fischio finale, si è fiondato in tribuna dove il piccolo speciale tifoso attendeva i propri beniamini: quel bacio sull’innocente testa rasata e quella maglia regalata ad un bambino finalmente felice hanno commosso una nazione intera. Un gesto unico che rende onore al capitano della squadra ospite che non si è fatto prendere dalla foga e dall’euforia ricordandosi di questo speciale spettatore. Una bellissima storia nella già incredibile avventura dei Bantams.

Tra l’altro, Jake è stato nominato ufficialmente mascotte della squadra, dopo la richiesta del padre: “La lista dei ragazzi che vogliono essere mascotte della squadra è lunga e sinceramente credevo che la nostra richiesta non avrebbe potuto giustamente essere accolta.  Ma ci abbiamo provato, Jake è un tifoso del Bradford da quando era piccolo.  Hanno risposto di sì ed è stato meraviglioso“.

Il 24 febbraio, a Wembley, in occasione della finale, Jake ci sarà pronto a sorridere ancora e a tifare per la sua squadra del cuore.

 

SHARE
Previous articleAlla scoperta della “mia” Australia
Next articleMauro Formica, El Gato del Palermo (scheda e video)
Classe '85. Fondatore e direttore editoriale di MaiDireCalcio (ora Contrataque), istintivo sognatore napoletano. Ho scritto per PianetaNapoli.it, ora sono redattore per NapoliCalcioLive.com, web content per jobyourlife.com e pagellista per calciomercato.it. Laurea in Economia, giornalista pubblicista, baggista e folle appassionato del Crystal Palace. Twitter @claudioc7 Facebook facebook.com/ChandlerBing85