SHARE

Christodoulopoulos bologna

Ci sono momenti indimenticabili nella carriera di un calciatore e forse quello di stasera sarà uno dei ricordi più dolci per il greco Christodoulopoulos. Tra i tanti calciatori affermati e le tante stelle stasera in campo (Cuadrado, Ljajic, Diamanti e Jovetic) decide la partita l’attaccante del Bologna che subentrato al 68′ fa esplodere il Dall’Ara con un destro preciso che non lascia scampo a Viviano. La squadra di Pioli ribalta il risultato e si aggiudica i 3 punti dimostrando forza, orgoglio e sprazzi di bel gioco. La Fiorentina viene punita ancora una volta in trasferta, disputando un buon primo tempo ma sprecando come al solito le occasioni fondamentali per infliggere il colpo del ko. Bologna che ora ha 8 punti di vantaggio dalla zona rossa, mentre gli uomini di Montella non approfittano del pareggio del derby per avvicinarsi alla zona Champions.

LJAJIC CONCRETO – Il primo tempo è davvero piacevole. Il Bologna non si lascia intimorire dalla differente posizione in classifica e schiera un tridente a sostegno di Gilardino, unica punta; la squadra di Montella invece punta su Jovetic e Ljajic, dato in gran forma. Ed è proprio il giovane attaccante a sbloccare il risultato al 27′ dopo un palo di Gabbiadini e un gol divorato da Cuadrado nei primi minuti. Il serbo riceve da Aquilani dopo un coast to coast dell’esterno destro e porta in vantaggio i suoi. La reazione degli uomini di casa è affidata a Gilardino ma Viviano salva il risultato.

LA RIMONTA — Nella ripresa il Bologna dimostra di avere una tenuta fisica invidiabile e inizia a spingere sull’acceleratore. Prima pareggia con Motta, di testa, al 13′, su una bella punizione da sinistra di Diamanti. Poi lo stesso fantasista prova una delle sue soluzioni da fuori ma il sinistro non impensierisce Viviano. Al ’39 il nuovo entrato Christodoulopoulos trova il gol con un destro istantaneo che fulmina Viviano. 2 a 1 e rimonta completata. La Fiorentina, spenta ed incapace di resistere alle scorribande dei bolognesi, prova a reagire e a trovare almeno il pareggio, ma Toni nel recupero fallisce da ottima posizione, di testa la sua specialità, dopo un cross perfetto di Borja Valero.

Finisce così tra gli applausi del Dall’Ara, con la consapevolezza di aver fatto un passo decisivo verso la salvezza e con la dedica di Alessandro Diamanti all’indimenticato Lucio Dalla.

BOLOGNA (4-2-3-1): Curci; Motta (73′ Garics), Antonsson, Cherubin, Morleo; Perez (48′ Taider), Khrin; Kone, Diamanti, Gabbiadini (68′ Christodoulopoulos); Gilardino.

FIORENTINA (4-3-3): Viviano; Tomovic, Gonzalo R.; Savic; Pasqual (89′ Larrondo); Aquilani, Migliaccio (86′ Toni), Borja Valero; Cuadrado, Ljajic (83′ Sissoko), Jovetic.

Reti: 27′ Ljaijc (F), 58′ Motta (B), 84′ Christodoulopoulos (B).
Ammoniti: Antonsson, Diamanti, Gabbiadini (B); Cuadrado, Aquilani (F).