SHARE

Immagine

Valon Behrami ha parlato ai microfoni di Marte Sport Live.Ecco quanto evidenziato da Maidirecalcio: “Sarà una gara emozionante, il San Paolo pieno ci darà una spinta in più. Siamo al secondo posto, abbiamo dato segnali di poter fare qualcosa in più. In questo momento non siamo reduci da due grandi risultati, ora è il momento di capire se possiamo lottare per qualcosa di più importante oppure per tenerci stretto questo secondo posto. Abbiamo sofferto contro le squadre che si chiudono. Non c’è stato lo zampino finale: è una flessione solo di risultati, ma non dal punto di vista di gioco. E’ una partita decisiva soprattutto psicologicamente, ci farà capire chi siamo e che cosa vogliamo nel corso di questa stagione. Potrà emettere tante sentenze. Dobbiamo limitare il loro gioco, dobbiamo sacrificarci tanto. Maradona? E’ un simbolo della città di Napoli e sicuramente le sue parole ci hanno confortato. E’ bello. Ringrazio i tifosi per gli apprezzamenti. Un mio gol? Ci vorrebbe un miracolo. La Juve non teme il San Paolo? Per loro non fa la differenza questa partita che è più importante per noi. Lo stadio è sicuramente un’arma a nostro favore. Loro sono fiduciosi, hanno sei punti in più, ci sta la loro fiducia. Poi vedremo in campo. Mazzarri? E’ bravo a capire certi momenti. Carica altre partite e stempera le tensioni in occasione di un big match. La sta preparando in maniera serena. Non penseremo alla classifica, ma cercheremo di giocare come sappiamo. Un appello ai tifosi? Non dimenticate che la nostra realtà attuale è comunque positiva. Siamo sempre secondi e non bisogna abbattersi”.