SHARE

Si sta creando attorno al Napoli una ridda di voci tipiche da smobilitamento, ma che nella sostanza e nel concreto non portano ancora a nulla.

Inizia Tuttosport, sempre infallibile sul calciomercato, che nel numero di oggi parla di un contatto tra Luciano Spalletti, alla guida dello Zenit, e Aurelio De Laurentiis. L’ex allenatore si sarebbe detto interessato alla prospettiva di sedersi sulla panchina partenopea e il presidente gli avrebbe offerto all’incirca 6 milioni di euro per due anni. L’ostacolo principale è il contratto che lo lega alla società russa, ma si sa, nel calcio le scadenze (in questo caso 2015) valgono poco.

La priorità comunque resta Walter Mazzarri, anche se l’allenatore toscano, come detto più volte, non è intenzionato a discutere del suo contratto fino al termine della stagione.

Che sia Mazzarri o Spalletti il patron azzurro ha già preannunciato che per il Napoli ci saranno cinque innesti di calibro, cinque stelle insomma, per rifarci al movimento grillino. I nomi stilati da Sportmediaset sono i seguenti: in difesa arriverà Diakitè ed è forse il colpo più probabile dei cinque, arriverà a parametro zero e mancano solo i dettagli per definire l’affare di colui individuato come l’erede di Campagnaro.

In mediana si puntano Nocerino e Obiang. Parere personale? Il milanista è sicuramente più fattibile del blucerchiato che da poco ha rinnovato con la società doriana ed è già seguito da numerose altre società, in primis il Manchester City. Il rossonero, invece, dopo una grandissima prima stagione, sta trovando poco spazio ed è forse colui che più ha sofferto la partenza di Ibrahimovic, in grado con il suo gioco totale in mezzo all’area di valorizzare gli inserimenti del buon Antonio.

In attacco si esagera. In attesa di scoprire il futuro di Cavani, i 70 milioni eventuali di incasso sarebbero investiti per acquistare due tra Leandro Damiao, Muriel e Sanchez. Il primo, in estate vicino al Milan, ha un prezzo elevato, circa 30 milioni di euro, e si sta affermando in patria con l’Internacional di Porto Alegre. Muriel, già in orbita Napoli da un bel po’, sta sbocciando domenica dopo domenica e i rapporti tra De Laurentiis e Pozzo sono sempre ottimi (vedi gli affari Inler e Armero).

Infine Sanchez: il cileno ha deluso in terra catalana e cerca il riscatto, magari con un ritorno in Italia.