SHARE

avellino

La proliferazione di siti non generalisti ha sdoganato il cosiddetto giornalista – tifoso, un mestiere innovativo che non fa altro che peggiorare il calcio italiano.

Non sono un giornalista e dalla scheda autore si evince la mia squadra del cuore,  ma spesso e volentieri prima di preparare un articolo ci penso più e più volte, spesso evito di parlare di Napoli e spesso stranamente ho scritto più per criticare che per elogiare la squadra.

E’ un esercizio semplice, basta non lasciarsi trascinare dall’umore e dalla piazza e analizzare obiettivamente gli elementi di forza e i punti di debole di una squadra. Eppure ci sono giornalisti illustri e direttori di siti web che nonostante la loro professionalità e la loro decantata schiettezza spesso incappano in errori madornali, accecati dalla fede calcistica come il più sfegatato degli ultras, stile Abatantuono da Ras della Fossa.

Un esempio lo abbiamo avuto quest’oggi. Per capire meglio il “caso” c’è una premessa doverosa da fare. Stiamo parlando di un grandissimo professionista e gestore del mezzo televisivo, tifoso “e’ core” dell’Avellino e direttore di tutto il network TuttoMercatoWeb (che comprende tuttojuve, tuttomilan, tuttonapoli ecc ecc).

Ebbene qualche ora fa sul sito appena citato compare questa ultim’ora:

tmw

 

Una bomba molotov al campo di allenamento dell’Avellino avrebbe procurato danni ingenti alla struttura che ospita gli spogliatoi (“[…]frantumati gli spogliatoi e il campo di allenamento”). Il gesto è opera della tifoseria della Nocerina, che avrebbe lasciato l’inequivocabile scritta “SOLO NOCERA”.  Disgusto e ribrezzo per questo gesto ma soprattutto solidarietà alla società irpina. Peccato che non sia così.

Le forze dell’ordine hanno categoricamente smentito qualunque deflagrazione, e IrpiniaOggi.it (quindi stiamo parlando di un sito web avellinese) cita testualmente “nessun danno e nessuna esplosione si è verificata”, declassando il tutto ad una “bravata di cattivo gusto” sulla quale sta comunque indagando la Digos. Ecco lo screenshot:

irpiniaoggi

Le tifoserie di Avellino e Nocerina non sono gemellate ma è conosciuto a tutti il rapporto d’amicizia che vige da tempo. Alimentare in questo modo, soprattutto errato, una partita del genere in programma tra 4 giorni, è quanto di più scorretto e inadeguato possa esserci. Infiammare con notizie inventate un match che è sempre stato un esempio di correttezza e fairplay può portare a conseguenze inimmaginabili, soprattutto in Italia, dove si sa che gli stadi e la sicurezza non rappresentano motivo di vanto.

Sarebbe il caso, per un professionista come il direttore della famosa testata web, di analizzare bene i fatti e non lasciarsi trasportare dalla foga tipica del tifoso pronto a puntare il dito verso tutto e tutti, anzi che possa accettare un consiglio. Lasciamo fare questo “sport” ad altri, soprattutto a chi non ha un potere mediatico così importante. Un autogol che non mina la competenza del giornalista ma che mette in discussione la sua obiettività (come se non lo fosse già).

Non credo che i veri appassionati e competenti di calcio abbiano bisogno di capi ultras o di commenti e giudizi faziosi. Per quelli ci sono i bar e i social network. In tv o sulla carta stampata, e perchè no anche in siti come questo, è d’obbligo l’imparzialità e l’analisi oggettiva dei fatti. Insomma da elogiare la sua strenua difesa a Conte e alla pochezza del processo Calciopoli, ma intollerabile il suo indecente attacco indiretto alla tifoseria nocerina per salvaguardare il caro Avellino.

Chiudiamo con la nota della società rossonera che denuncia il fattaccio e si difende dalle accusse di “bombardamenti”:

L’ASG Nocerina appresa la notizia da alcuni organi di informazione irpini, che il campo d’allenamento dell’AS Avellino è stato vittima nella notte di un attentato con bomba incendiaria e che il vile gesto era riconducibile ai supporters rossoneri, ha immediatamente contattato le Forze dell’Ordine per accertarsi dell’accaduto. La notizia però è risultata essere sin da subito priva di fondamento. Nessuna molotov è esplosa a San Michele di Serino. Lunedì sarà una festa di sport e nessuna falsa-notizia potrà mai rovinare lo spettacolo che Avellino e Nocerina sapranno regalare ai propri tifosi ed a tutti gli amanti del calcio.

 

SHARE