SHARE

Gianluca Pagliuca

Stanno facendo molto discutere le parole rilasciate dall’ex portiere di Nazionale ed Inter, Gianluca Pagliuca, al Corriere dello Sport, dove gli organi di informazione hanno estrapolato un particolare passaggio relativo al campionato 1997/98. Ecco quanto evidenziato da Maidirecalcio:

Fu uno Scudetto rubato al 100%, quello Juventus-Inter partita rappresentò la classica ciliegina sulla torta: quell’anno successero tante cose strane. L’intervento di Iuliano su Ronaldo era rigore tutta la vita, ce ne accorgemmo tutti in campo. Ammettere la verità certe volte non farebbe male, io mi sentii preso per i fondelli. Eravamo fortissimi, un mix di italiani e stranieri, un gruppo molto unito. Quello scudetto fu la più grande amarezza da interista, per i tifosi nerazzurri e per noi giocatori. I nostri supporters non lo meritavano, quell’anno eravamo trascinati da loro, sentivamo di poter vincere, arrivammo a Torino carichi e concentrati. Invece tutto sfumò e non per colpa nostra”.

Sulla sfida di sabato prossimo: “C’è troppa distanza tra le due squadre, la Juve è nettamente più forte, anche se all’andata finì 3-1 per l’Inter. Pensai: ma quanto siamo forti? Mica vero”.