SHARE

bayern-juventus-immagini-della-partita-99

Ma a che gioco stiamo giocando?? L’hanno pensato in tanti: i milanisti al Camp Nou, di fronte a un Barcellona indiavolato, e pure gli juventini all’Allianz Arena.

L’Italia non è ancora pronta per l’Europa. Pressing continuo, tre giocatori sempre attorno alla palla, terzini altissimi, ritmo incessante, palleggio insistito, gioco veloce, intenso e arioso. Il Bayern è stato implacabile. Non certo sorprendente, perché ormai gioca così da un anno abbondante. E’ una delle squadre più organizzate, tecniche e continue del panorama mondiale. Alla vigilia del torneo, l’avevo messa insieme a Real e Barca tra le favoritissime della Champions. Capirai che sforzo, penserete voi. Avete ragione. Ma la lezione tedesca stavolta dovrebbe aprirci un po’ gli occhi. La Germania è arrivata in tutto ciò che l’Italia ha fallito. Ha pensato, progettato e agito. Ha investito e creato un business in grado di auto-sostenersi, di portare attivo, oltre che divertimento e spettacolo. Ha saputo rimodellarsi, dandosi regole e un asset produttivo. Ha saputo investire nelle infrastrutture, in stadi, centri di allenamento, settori giovanili. Ha saputo coinvolgere tifosi e sponsor, è cresciuta a dismisura partendo dietro anni luce rispetto a Serie A, Premier, Liga e Ligue1.

L’anno scorso il suo fatturato è cresciuto del 7%. Ma il trend è positivo da tempo. Il giro d’affari della Bundesliga nel 2009 ha portato ricavi per 1,57 miliardi (escluse le plusvalenze), nel 2010 è salita a 1,66, nel 2011 ha toccato quota 1,75, salendo a 1,87 nel 2012, contro l’1,64 della Serie A. Uno spread economico che ha ripercussioni ovvie anche sul campo. Normale che Guardiola scelga i tedeschi: sono forti, organizzati, ricchi, dotati di pazienza e cultura sportiva. E mentre molti dovranno fare i conti con le regole del Fair Play Finanziario (se mai verrà attuato), l’unica sua preoccupazione sarà: chi schiero oggi in campo? Oppure, come miglioro una squadra così? Il mago Heynkess ha fatto i miracoli. Pep saprà fare altrettanto? Le aspettative saranno alte.

Tanto che ieri in molti ironizzavano su Twitter (me compreso): ‘Guardiola s’è dimesso’. ‘Guardiola ha deciso di prendersi un altro anno sabbatico’. Willkommen Pep!