SHARE

moratti2

Inter-Atalanta è stata una emozionante altalena d gol e spettacolo. Il risultato sembrava indirizzarsi in favore dei nerazzurri di Milano, bravi a reagire dopo appena un minuto all’1-1 orobico. Ma i ragazzi di Colantuono con caparbietà ed anche una svista arbitrale hanno dato il “là” ad una fantastica rimonta.

FURIA INTER – Nel dopo partita l’Inter era inviperita contro la direzione arbitrale del signor Gervasoni di Mantova, in particolar modo per il rigore concesso agli ospiti e che è valso il secondo gol per i bergamaschi. Massimo Moratti ha attaccato infatti l’arbitro: “Voglio parlare solo dell’arbitraggio, non della partita. La buona fede non esiste, il rigore di stasera è inesistente. Ha cambiato la partita in peggio per l’Inter – ha tuonato il presidente interista a Mediaset Premium-. La classe arbitrale non ci considera minimamente. E’ impossibile che una squadra come la nostra non abbia un rigore a favore da 22 partite“.

VISIONE DIFFERENTE – Fa da contraltare quanto dichiarato dal dg dell’Atalanta, Pierpaolo Marino, alle televisioni: “Non vorrei che queste polemiche sminuissero la grande vittoria dell’Atalanta. Loro vincevano 3-1, noi abbiamo fatto una grandissima rimonta – ha detto Marino a Sky Sport -. E’ un po’ semplicistico appellarsi al rigore, secondo me Gervasoni ha arbitrato ottimamente la gara. Bisogna accettare le decisioni dell’arbitro. Stasera siamo stati grandi, dedichiamo la vittoria al nostro ex presidente Ruggeri: è stato il modo migliore per onorare la sua memoria”, ha concluso il dirigente atalantino.