SHARE
fabrizio romano

Con grandissimo piacere oggi ospitiamo su Mai Dire Calcio uno dei più promettenti giornalisti sportivi del panorama nazionale,  caporedattore di FcInternews.it, collaboratore di Gianluca Di Marzio, ospite su Odeon Calcio. Per la rubrica “Una birra con…” abbiamo intervistato il giovanissimo e validissimo Fabrizio Romano.

Ecco l’ intervista, in cui si analizza il periodo negativo in casa Inter:

Quali sono, a tuo avviso, le cause del momento negativo in casa nerazzurra?

Le cause sono sotto gli occhi di tutti, palesi e evidenti. Infortuni continui per una preparazione in parte sbagliata e per il sovraccarico su alcuni giocatori dovuto agli infortuni di altri, una reazione a catena continua. Il discorso arbitrale ha parzialmente influito, ma c’è poi una carenza tecnica che fa di quest’Inter – a mio avviso – quella tecnicamente più scadente degli ultimi dieci anni.

Questioni infortuni: Milito, Palacio, Cassano, Gargano, Nagatomo, una lunga lista di infortunati. Colpa dello staff medico o semplice casualità?

Le colpe sono da suddividere. Lo staff di preparazione atletica ha sbagliato, lo staff medico sta facendo il suo lavoro con i naturali dibattiti con l’allenatore che vorrebbe ovviamente al più presto i giocatori. Il risultato è vedere poi Nagatomo infortunarsi dopo tre minuti per affrettare i rientri. Colpe di tutti, naturalmente anche della sfortuna su infortuni da trauma imprevedibili come per Milito o Mudingayi.

Capitolo Coppa Italia: Palacio recupererà? Quante possibilità ci sono che l’Inter arrivi in finale? Suggerisci la formazione anti-Roma a Stramaccioni

Palacio contro la Roma non recupera, credo sia davvero dura riuscire a centrare la finale anche perché gli uomini sono letteralmente contati, con Guarin e Pereira squalificati e pure Gargano e Nagatomo persi per infortunio. C’è ben poco da suggerire, insomma: Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Kuzmanovic, Kovacic, Cambiasso; Alvarez, Schelotto; Rocchi.

Champions o Europa League:  l’Inter potrà raggiungere l’Europa?

L’Europa League è ancora alla portata, la Champions assolutamente no. Ma centrare l’Europa League vorrebbe dire riprogrammare la prossima stagione diversamente da quest’ultima, dove continui impegni al giovedì hanno logorato la rosa.

Stramaccioni è da confermare anche per la prossima stagione?

Per quanto mi riguarda, credo che Stramaccioni abbia colpe parziali in questa situazione. Ma ne ha anche di sue, anche se non totalmente. Per quanto so, invece, è molto difficile che venga confermato sulla panchina dell’Inter. I risultati parlano prima di tutto nelle casse di Moratti: 60 milioni di Champions persi in due anni, più i premi…

Due nomi del prossimo mercato interista, oltre a Botta chi arriverà inmaglia nerazzurra?

Icardi, Campagnaro, Andreolli, Laxalt. Intrigano Nainggolan e Aubameyang ma è ancora presto. Sicuramente, un esterno dentro, un centrocampista e un’altra punta.