domenica, Gennaio 23, 2022

Latest Posts

Stefano Borghi: “In tanti dovrebbero scusarsi con Ricky Alvarez..”

Ricky-Alvarez

Per chi non avesse letto i numeri precedenti, piccola spiegazione: immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: STEFANO BORGHI, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese anche delle calde partite di Lega Pro.

Quante volte avete pensato di chiedere un’opinione o semplicemente un racconto a Stefano? Ora è possibile, grazie a questa splendida iniziativa ora anche voi utenti attraverso i nostri contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli potete proporre la vostra domanda, noi la gireremo a Stefano e ogni 7 giorni riceverete la tanto agognata risposta!

Questa settimana abbiamo ricevuto tantissime domande da rivolgere a Stefano e ci scusiamo fin da ora se non troverete la vostra, ma non vi preoccupate saranno presenti nel prossimo numero. Ma ora bando alla ciance e partiamo subito con la chiacchierata con Stefano di questa settimana: ecco”Una Pinta con Borghi”!

La situazione dell’Inter peggiora di giorno in giorno e molti vorrebbero la testa di Stramaccioni… secondo te è giusto riconfermarlo anche per la prossima stagione e soprattutto pensi ci sia da rivedere qualcosa nello staff? (secondo me è la preparazione che è stata un totale disastro) (Fonz Ù Raise Rousso)

Non mi permetto di dare giudizi in merito alla preparazione dell’Inter, anche perché sono incompetente in questo campo e non ho seguito le vicende in ritiro. Stramaccioni ha avuto una grande opportunità, ha una rosa che al netto degli infortuni poteva arrivare benissimo tra le prime 3 e ora faticherà ad arrivare in Europa League. Il bilancio ovviamente non è positivo. Non è il più facile dei compiti però il mister qualche errore l’ha compiuto sia come sviluppo tecnico di un progetto di gioco mai visto, sia a livello di gestione delle risorse e sia soprattutto come gestione mediatica della situazione. Forse deve ancora apprendere qualcosa per poter agire ai massimi livelli del calcio italiano.

Cosa ne pensi di San Martin – Boca dal punto di vista tecnico e del pubblico (la 12 che cantava anche sotto 6-1!)? (Raffaele Lafayet Di Filippo)

Beh vedere il pubblico che canta può sorprendere coloro che non seguono abitualmente il calcio argentino, ma i veri appassionati sanno che le tifoserie, e in questo caso del Boca, cantano anche in momenti di crisi; è un modo di seguire la squadra a prescindere dal risultato. Dal punto di vista tecnico della partita è stato un vero e proprio disastro per il Boca, si sono palesati tutti gli errori possibili e immaginabili. Mai entrato in gara, sono stati messi in evidenza tutti i limiti difensivi, insomma un tremendo e definitivo campanello d’allarme sullo stato attuale del Boca. Si sono falliti i modi per il ricambio generazionale. Poi al San Martin è andato tutto bene e al Boca tutto male, una dimostrazione che le cose non vanno affatto bene.

Ciao Stefano come ogni settimana vorrei chiederti dei giudizi su alcuni giocatori..come vedi Balanta il centrale del River? A me sembra una specie di Juan Jesus molto forte fisicamente ma anche veloce quindi il mix giusto per essere un grande difensore.. (Antonio Grella)

Gran bel prospetto, anche se ha giocato solo due partite. E’ facile fare paragoni con Juan Jesus, forse incensato un po’ troppo velocemente, può ricordare per la prestanza fisica, ma Balanta è assolutamente ed esclusivamente un difensore centrale e non adattabile come terzino. Si è imposto subito per l’esuberanza e la fisicità, con un sinistro di livello e ha tutti i numeri per diventare un difensore di buon livello. I difensori di piede sinistro sono merce rara quindi bisogna aspettarlo nel medio periodo e continuare a seguirlo.

Che mi dici di Bernard dell’Atletico Mineiro? A me sembra uno con un grande talento però forse un pò troppo leggerino per l’Europa..cosa ne pensi? (Antonio Grella)

Mezzapunta che sta facendo molto bene in Copa Libertadores. Molto rapido, di talento, gioca sulla sinistra e ha anche un ottimo fiuto per la porta. Etichettarlo come leggerino sì, ma anche Papu Gomez ha grande velocità e capacità di essere importante. Bisogna uscire dal discorso del fisico, lui non ha le qualità di Gomez ma quando El Papu si rivelò in Copa Sudamericana era un giocatore molto simile all’attuale Bernard.

Ci dai qualche informazione riguardante Hector Villalba? (Norbert Najbuk)

El Tito Villalba si è appena imposto alla sua prima partita da titolare grazie al gol della settimana scorsa. Ha personalità, brevilineo, dribbling capriccioso tipico del giocatore argentino. Si è fatto 90 metri palla al piede ma il Racing gli ha un po’ aperto le porte. Non possiamo sapere se può diventare un grande giocatore o no ma è un classe ’94 da monitorare e valutare.

Come vedi la possibile coppia di trequartisti Botta-Alvarez nell’ Inter della prossima stagione? A me questa soluzione intriga molto! (Andrea Fanchini)

Possono assolutamente convivere anche perché Botta gioca a sinistra mentre Alvarez è un mancino che può giocare a destra e a sinistra. Due giocatori che parlano la stessa lingua calcistica e vengono dallo stesso Paese, cosa utilissima. Ritengo che tantissime persone dovrebbero scusarsi con Alvarez perché solo adesso che è riuscito a segnare con continuità, trovando il giusto spazio, il giocatore è diventato utile per il futuro, quando fino a poco tempo fa era la pietra dello scandalo. Questo ci insegna a non dare subito valutazioni affrettate, aspettarli e capire in che tipo di contesto vengono impiegati e non impiegati. Queste considerazioni valgono anche per Botta perché si inserisce alla prima stagione in Europa in un’Inter che deve ripartire quasi da zero.

Quale è il tuo stadio preferito nel mondo? E invece per quanto riguarda il calcio argentino? Se la risposta fosse la stessa buon per te Grazie mille (Michele Simoncelli)

Il mio stadio preferito è Anfield Road del Liverpool e conto di andarci ancora una volta prima che lo demoliscano. In Argentina la Bombonera ha un fascino quasi unico, però il Monumental quando lo vedi pieno e cantare al massimo è difficile da dimenticare. Pochi stadi riescono a darti forti brividi come il Monumental pieno.

CHEERS!!

L’appuntamento con le vostre domande da rivolgere a Stefano è per venerdì prossimo. Nel frattempo ecco gli appuntamenti con Stefano in tv: Boca – Belgrano domenica alle 23 su Sportitalia 2 e a seguire all’1,15 su Sportitalia Godoy Cruz – River Plate

Ringraziamo ancora una volta Valerio Morresi amministratore della fan page di Facebook “Stefano Borghi commentatore numero uno d’Italia” che ci aiuta a raccogliere tutte le domande da rivolgere a Stefano. Continuate a seguirci per non perdere il prossimo numero di “Una Pinta con Borghi” , ci trovate su Facebook, Twitter oppure abbonandovi gratuitamente ai nostri Feed Rss.

Latest Posts

Don't Miss