SHARE

C_3_Media_1692460_immagine_obig

Finisce in parità uno dei due anticipi delle 18 della 34esima giornata di serie A. E’ finita, infatti 1-1 all’”Azzurri d’Italia” di Bergamo tra Atalanta e Bologna, al vantaggio iniziale di Giorgi ha risposto Gilardino. Il punto che tutti volevano è arrivato, le due squadre ora sono praticamente salve.

 

LE SCELTE- Colantuono vuole chiudere la pratica salvezza e mette in campo tutte le sue bocche da fuoco, schierando Moralez a sinistra a sostituire lo squalificato Bonaventura. Davanti ci sono Denis e Livaja.  In difesa a destra manca Scaloni squalificato, al suo posto c’è Ferri. Tutto confermato nel Bologna con Pioli che si affida a Pasquato per sostituire lo squalificato Gabbiadini, oltre all’ex juventino alle spalle di Gilardino agiscono Diamanti e Kone.

 

PIOGGIA E NOIA- La vera protagonista del primo tempo è la noia che regna sovrana. In realtà il match parte in maniera promettente con una gran botta di Diamanti che di sinistro dal limite sfiora il palo. E’ il Bologna a fare la partita con l’Atalanta che prova a pungere in contropiede, ma non si vedono grandi occasioni. L’unico brivido oltre al tiro iniziale di Diamanti è un tentativo di Gilardino al 25’ sugli sviluppi di un corner, l’ex milanista si allunga in estirada ma è bravissimo Consigli a sbarrargli la strada in uscita bassa. I nerazzurri si fanno vivi solo al 44’ con un tiro da fuori di Moralez che Curci respinge senza patemi. Insomma gli spettatori dell’Azzurri d’Italia oltre alla pioggia hanno visto ben poco nella prima frazione, si va a riposo sullo 0-0.

 

BOTTA E RISPOSTA- La ripresa è molto più piacevole soprattutto per merito dell’Atalanta che si fa vedere di più in fase offensiva grazie alla spinta di Brivio a sinistra che ha preso il posto dell’infortunato Del Grosso. La prima occasione vera del match arriva al 60’ quando Livaja viene servito sul dischetto del rigore di Denis ma si fa respingere la conclusione da un super intervento di Curci. Cinque minuti dopo ci prova Brivio con un bolide di sinistro da fuori, bravissimo Curci a deviare ancora in corner. Ma è il preludio al gol, è il 67’ quando ancora Brivio sfonda a sinistra mette in mezzo, Curci in uscita non è impeccabile e Giorgi sul secondo palo in spaccata va a infiliare il gol dell’1-0. La Dea potrebbe chiudere i conti e la pratica salvezza al 72’ quando ancora lo scatenato Brivio pennella per Denis che di testa non riesce ad angolare, Curci blocca. Il Bologna però non ci sta e risponde immediatamente, al 76’ Diamanti pesca Gilardino in area di rigore, l’ex milanista controlla, con un pò di fortuna si libera di un incerto Lucchini e di punta fulmina Consigli per l’1-1.

 

PARI E PATTA– Finisce quindi in parità proprio come la logica faceva presagire. E’ un punto prezioso per entrambe che di fatto consente sia al Bologna che all’Atalanta di considerarsi ormai salve. I rossoblu infatti raggiungono i quaranta punti, a trentanove invece si ferma l’Atalanta ma non dovrebbero esserci particolari patemi né per l’una né per l’altra.