SHARE

jorge-mario-bergoglio-pope-francis

Il 14 agosto potrebbe avvenire un evento storico: la prima partita di calcio organizzata e disputata in onore di un Papa.

In Italia – Il fatto che non sia solo una mera fantasia ma una concreta realtà lo afferma anche il presidente della Federcalcio italiana Abete: “Sono fiducioso, questa iniziativa sta prendendo una piega positiva”. Nessuna dichiarazione per ora dal Vaticano, ma un grande vantaggio a favore di questa partita potrebbe essere la grande passione che il Santo Padre Francesco ha per il calcio.

In Argentina – L’opinione pubblica sudamericana sta cavalcando l’onda di questa iniziativa. Numerose testate argentine sono d’accordo e fanno anche delle ipotesi alquanto surreali, tra cui la possibilità che a dare il fischio di inizio del match sia lo stesso Papa Bergoglio.

Un tifoso d’eccezione – Grande tifoso del San Lorenzo, squadra di calcio argentina, il Pontefice ha sempre espresso la propria simpatia per lo sport in generale e di certo una partita in suo onore che celebri i valori dello sport non potrebbe che essergli gradita. Oltre a ciò si aggiunge l’alta considerazione dei calciatori italiani e sopratutto argentini verso Josè Bergoglio. Da Messi a Maradona, passando per Burdisso e Zanetti, che lo è andato recentemente a trovare prima dell’infortunio, tutti apprezzano il nuovo Papa. L’idea è fattibile, l’amichevole con la Russia che l’Argentina aveva in programma quel periodo è saltata, la domanda da porsi è questa: perché no?