SHARE

 

mazzarri

 

Walter Mazzarri, allenatore del Napoli, ha parlato alla vigilia di Napoli-Inter.

Ecco quanto evidenziato da Maidirecalcio:

 

Champions– ” Non c’è ancora la matematica quest’anno, anche vincendo contro l’Inter. Qualsiasi cosa succede domani e nella prossima partita non ci sarà ancora la matematica. Se facciamo 6 punti, non dobbiamo guardare gli altri.

Rinnovo– Valuto a fine stagione cosa mi sento di fare. Dopo la partita con la Roma, saprete cosa farò.

Formazione anti-Inter– La rosa è cresciuta. Anche ultimamente abbiamo le partite grazie ai ragazzi che sono entrati nel secondo tempo.

Inter– Con l’Atalanta e il Cagliari abbiamo fatto grande fatica. L’Inter è settimo in classifica e ha tutti giocatori importanti. Ci affronteranno tutti con il “sangue negli occhi”. Se non giochiamo al massimo, rischiamo di fare una brutta figura. Chiedo sempre le solite cose. Come ho sempre detto, non bisogna sottovalutare queste partite.

Motivazione– I ragazzi sanno che voglio arrivare più in alto possibile. Hanno stimoli massimali.

Record– Le considerazioni si fanno alla fine. Si potrebbe battere anche l’anno migliore di Maradona, ma i bilanci li facciamo alla fine.

Hamsik– Marek è cresciuto tanto: è più completo rispetto al passato. Può ancora migliorare, ma quest’anno ha avuto un ottimo rendimento.

Osvaldo– Di mercato non ne parlerò mai. Così come Dzeko, sono tutti di grandissimo livello e sono forti.

Rolando– E’ un ottimo giocatore, ma per vari motivi non lo fanno giocare. Non voglio incertezza negli undici iniziali.

Allenatore– Un allenatore completo deve gestire a 360° tutti gli aspetti. A Napoli è ancora più difficile: se riusciamo a fare calcio a Napoli, siamo forgiati a farlo dovunque. Con giocatori come Buffon o Pirlo, l’allenatore fa meno fatica a gestire il gruppo.

Juventus– Solo la Juve di Conte ha fatto qualcosa di fenomenale, ma noi abbiamo fatto un campionato straordinario.