domenica, Dicembre 5, 2021

Latest Posts

Stefano Borghi: “Che personaggio incredibile Dean Windass”

dean-windass_2109506b

Per chi non avesse letto i numeri precedenti, piccola spiegazione: immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: STEFANO BORGHI, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese anche delle calde partite di Lega Pro.

Quante volte avete pensato di chiedere un’opinione o semplicemente un racconto a Stefano? Ora è possibile, grazie a questa splendida iniziativa ora anche voi utenti attraverso i nostri contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli potete proporre la vostra domanda, noi la gireremo a Stefano e ogni 7 giorni riceverete la tanto agognata risposta!

Questa settimana abbiamo ricevuto tantissime domande da rivolgere a Stefano e ci scusiamo fin da ora se non troverete la vostra, ma non vi preoccupate saranno presenti nel prossimo numero. Ma ora bando alla ciance e partiamo subito con la chiacchierata con Stefano di questa settimana: ecco”Una Pinta con Borghi”!


1) Che pensi della stagione di Faurlin a Palermo? (Piero Masia)


Io credo che sia ingiudicabile: è arrivato a Gennaio nell’ambito di una rivoluzione tecnica che è stata immediatamente sconfessata per il cambio di direttore sportivo, ha giocato solo due partite da titolare e in generale si è ritrovato in un ambiente nel quale era impossibile rendere al meglio, per molti motivi. Continua a pensare che Faurlin (così come Sperdutti e Formica, gli altri argentini presi da LoMonaco a Gennaio) sia un buonissimo giocatore, assolutamente da serie A, spero che in futuro abbia l’occasione giusta per poterlo dimostrare.


2) Che fine ha fatto il mitico Dean Windass, che qualche anno fa segnò ai Playoff di Championship un gran gol che consentì all’Hull City di andare in Premier? L’ho visto poco in carriera, che giocatore era?


Dean Windass è stato un ottimo attaccante, oltre che un personaggio incredibile. Si è ritirato ufficialmente nel 2009, successivamente è tornato a giocare a livello semi-professionistico ma solo per qialche passaggio. Purtroppo la fine della sua carriera, le difficoltà nel “riciclarsi” come tecnico, l’alcoolismo e il divorzio con la moglie (sua compagna di vita fin da quando era ragazzino) lo hanno messo in enorme difficoltà e ha ammesso di aver tentato il suicidio due volte, però fortunatamente ora è in ripresa. Io lo ricordo soprattutto per quella fantastica stagione 2008/2009 in cui portò l’Hull City in Premier League: una storia bellissima, perchè a 40 anni riuscì ad essere il protagonista principale della prima promozione in Premier nella storia del club di cui è sempre stato tifoso, visto che è nativo proprio di Kingston Upon Hull, segnando il gol decisivo nell’indimenticabile finale contro il Bristol City. Ha fatto una carriera lunga, ha segnato 234 gol ma ha anche stabilito imprese come farsi mostrare tre cartellini rossi nella stessa partita (giocava nell’Aberdeen in Scozia e incontrò un arbitro piuttosto scenografico, visto che fu espulso per condotta violenta e poi si lasciò andare ad intemperanze ripetute come insulti al direttore di gara e l’abbattimento di una bandierina del calcio d’angolo, con l’arbitro che scelse di mostrargli – appunto – tre volte il cartellino rosso).


3) Mi parli (se lo conosci, ovviamente) dell’argentino Ocampos del Monaco? Grazie


Lo conosco molto bene. Ocampos è un classe ’94 che fu lanciato nella stagione scorsa da Matias Almeyda per riportare in Primera Division in River Plate, e il suo primo anno da professionista è stato sfolgorante, con 7 gol segnati e diversi “record di precocità” abbattuti. Ora gioca nel Monaco, ci ha messo qualche tempo ad adattarsi all’Europa però ritengo che la sua stagione possa essere catalogata come soddisfacente. D’impostazione sarebbe un esterno sinistro d’attacco, ha grande potenza ed è molto forte di testa, ragion per cui si prevede per lui un’evoluzione alla Cristiano Ronaldo (al quale assomiglia molto). E’ ancora giovanissimo, però ha un potenziale gigantesco.


4) (Antonio Grella) Stefano come vedresti Buffarini esterno di un 3-5-2 in Italia?visto che questo modulo sta andando tanto di moda lui potrebbe essere un ottimo acquisto..penso sia il giocatore con la più grande resistenza al mondo o uno dei top 5 e potrebbe fare benissimo tutta la fascia non credi?


Sicuramente Buffarini ha l’autonomia per coprire tutta la fascia, probabilmente potrebbe farlo anche se il campo fosse lungo 200 metri!! E’ un giocatore dall’intensità impressionante, io credo che potrebbe essere apprezzato ovunque, anche perchè non solo è uno stantuffo esaltante, ma ha anche piedi discreti. Io lo vedo più come esterno puro di centrocampo, però con il giusto lavoro tattico (dovrebbe accrescere le proprie conoscenze strettamente difensive) potrebbe diventare un laterale a tutta fascia efficace.


5) (Fonz Ù Raise Rousso) 2 settimane fa hai analizzato i migliori giovani d’Europa classe 92′-93′-94′. Avevo escluso i 91′ e hai detto che lì avresti colpito duro; ora ti ripropongo la domanda: quali sono i 91′ più talentuosi a livello europeo? Vai, stupiscimi!

Non vale! 😀 Dovevi pensarci prima….ti faccio un solo nome solo perchè sei tu: Eden Hazard! MI FA IMPAZZIRE!


6) (Marco Cortini) Palermo e Schelotto chi più pronto e adatto per sedersi sulla panchina del Boca?

La panchina del Boca è pesantissima da reggere, percui non si può sapere se qualcuno è pronto a sostenere questa pressione finchè non si prova. Di certo il fatto di essere degli idoli storici di questo club permetterebbe loro di avere qualche vantaggio anche per la conoscenza delle dinamiche del club. Se vuoi un giudizio tecnico ti dico che mi piacciono entrambi: Schelotto è un tattico molto fine, ha subito impiantato un’idea di gioco moderna al suo Lanus e ha trovato la miglior interpretazione tattica possibile per gli elementi chiave (Pizarro e Romero su tutti). Credo che abbia grandi possibilità di vincere questo Torneo Final. Palermo lo vedo invece più motivatore, anche se il suo Godoy Cruz gioca bene e ha una struttura molto solida.


7) (Michele Simoncelli) ciao Stefano, Bianchi terminerà la sua avventura alla fine di questo semestre o andrà avanti?Il contratto di Riquelme quando scade? Al momento è impossibile conoscere il futuro di Carlos Bianchi: di sicuro il semestre non è stato soddisfacente, però c’è ancor ala possibilità di lottare per la Copa Libertadores. Oltretutto, un addio a Bianchi dopo soli 6 mesi farebbe rumore, anche se il sogno della dirigenza sarebbe Guillermo Barros Schelotto, che però non può abbinarsi con Riquelme, il cui contratto scade nel Giugno del 2014.


CHEERS!!


L’appuntamento con le vostre domande da rivolgere a Stefano è per venerdì prossimo. Nel frattempo ecco gli appuntamenti con Stefano in tv:  NEWELL’S-GODOY CRUZ sabato ore 23.10 Sportitalia1 e RIVER-ALL BOYS domenica ore 01.15 su Sportitalia1
Ringraziamo ancora una volta Valerio Morresi amministratore della fan page di Facebook “Stefano Borghi commentatore numero uno d’Italia” che ci aiuta a raccogliere tutte le domande da rivolgere a Stefano. Continuate a seguirci per non perdere il prossimo numero di “Una Pinta con Borghi” , ci trovate su Facebook, Twitter oppure abbonandovi gratuitamente ai nostri Feed Rss.

PER LEGGERE I NUMERI PRECEDENTI CLICCA QUI

Latest Posts

Don't Miss