SHARE

C_3_Media_1621389_immagine_ts673_400

C’è aria di festa in casa Juventus. Lo sa bene Antonio Conte che ha voluto dividere il palcoscenico della conferenza stampa di vigilia di Juventus-Cagliari con tutto il suo staff tecnico.

TUTTI INSIEME- Così lo si vede circondato dai fidi Angelo Alessio e Massimo Carrera, dal preparatore dei portieri Claudio Filippi, dallo staff atletico capitanato dal Professor Paolo Bertelli, affiancato da Julio Tous ( già preparatore di Rafa Nadal) e l’ultimo arrivato Costantino Coratti. “Ho portato i rinforzi-ha esordito scherzando il tecnico due volte campione d’Italia- ho voluto oggi con me le persone che più mi sono state vicine in questi mesi e con cui abbiamo raggiunto questo risultato straordinario. Il loro è stato un contributo fondamentale durante questa bellissima e vincente stagione”. Le domande sono numerose per gli assistenti di Conte, ma è ovvio che il primo tema trattato sia il suo futuro, qui il tecnico si fa serio e risponde laconico: “Siamo qui per celebrare il lavoro di queste persone, non per parlare del mio futuro che ora non interessa”.

INFORTUNI ZERO-  Si passa allora a parlare del ridottissimo numero di infortuni delle ultime due stagioni. Bertelli spiega il segreto di questo numero così basso: “Diciamo che il nostro metodo di lavoro prevede una ricerca della massima applicazione durante l’allenamento, una massima attenzione su ogni individuo e una grande collaborazione fra noi, con lo staff medico e fisioterapico. E’ normale che ne calcio ci si possa far male, noi cerchiamo di evitarli il più possibile. Soprattutto cerchiamo di evitare le ricadute”.

IL CAGLIARI- Conte poi si sofferma sull’attualità, sulla partita di domani col Cagliari: “E’ una partita importante da non sottovalutare, abbiamo diversi indisponibili come Asamoah che ha una distrazione muscolare, Bendtner che ha avuto un’elongazione e Pepe che è ancora indisponibile. In compenso sono abbastanza sicuro di recuperare Buffon e Barzagli che a Bergamo erano acciaccati e sono rimasti fuori”.

IL RECORD- La ricetta per tenere alta la concentrazione in queste ultime due partite potrebbe essere la ricerca del record di punti in serie A, ad oggi detenuto dalla Juventus di Capello ma che con due vittorie si potrebbe infrangere: “Il nostro obiettivo è sempre quello di dare continuità alle nostre prestazioni. E’ quello che vogliamo fare anche nelle prossime due partite, dare continuità al nostro gioco e ai nostri risultati per chiudere al meglio la stagione. Se chiudere al meglio la stagione significherà fare il record di punti sarebbe un altro riconoscimento importante, perché è un numero enorme di punti e oggi può rappresentare un grande stimolo”.